“Le valigie di Auschwitz”: questa sera l’ultimo atto del progetto sulla Giornata della Memoria

AVIGLIANO UMBRO – 13 marzo 2019 – Si conclude con lo spettacolo teatrale “Le valigie di Auschwitz”, in scena questa sera (mercoledì 13 marzo) alle ore 21.00 presso il Teatro Comunale di Avigliano Umbro, il progetto sulla Giornata della Memoria.

Per non dimenticare Quattro racconti diversi, ambientati in altrettante città diverse hanno in comune un unico elemento: i protagonisti, sono tutti bambini. Le quattro storie infatti, narrano di come il nazismo, indipendentemente dai diversi luoghi in cui è apparso con tutto il suo orrore, ha agito con la stessa meticolosa strategia, per dare vita non solo ad una caccia all’uomo, ma ad un‘intera popolazione: quella del popolo d’Israele, gli ebrei.

La lettura prima e la trascrizione scenica dopo, hanno permesso ai ragazzi delle 5aD e 5aE di entrare con lucida consapevolezza nella follia di un pensiero malato, che ha compiuto sul finire della seconda guerra mondiale, il più grande crimine di tutti i tempi; così come le umiliazioni inflitte a uomini e donne indifesi, tendenti a diffondere un odio anche tra coloro che fino al giorno prima dell’emanazione delle leggi razziali, frequentavano amichevolmente le genti del cosiddetto “Popolo di Dio”.

La Giornata della Memoria, di cui questo rappresenta il secondo appuntamento, rientra negli appuntamenti ormai fissi del progetto di teatro e cinema Classinscena&Cineciak, voluto ed attivato nell’anno 2006 dall’Amministrazione Comunale di Avigliano Umbro, ideato dall’associazione Piccoli Trasporti Teatrali la cui Direzione Artistica è affidata al regista Massimo Manini, che da sempre collabora con gli insegnanti nel processo educativo e didattico, accompagnando la crescita dei bambini e inevitabilmente anche quello della comunità. In questi 13 anni di programmazione, sono stati prodotti e portati in scena più di 150 spettacoli e 50 cortometraggi realizzati con 2500 ragazzi sparsi nei vari comuni, che hanno portato a vedere gli spettacoli circa 28.000 persone, consolidando un progetto sul territorio e quelli limitrofi come mai successo prima. Oltre al Dirigente Scolastico, agli insegnanti, ai collaboratori scolastici, per avere stretto sempre più questo sodalizio dai risvolti culturali e sociali importantissimi, si ringraziano le famiglie, i principali e preziosissimi destinatari di questo lavoro senza le quali tutto questo verrebbe meno.

Un’occasione per riflettere In un’epoca in cui echeggiano ancora sinistri segnali di tempi passati, lo spettacolo, soprattutto in una piccola comunità come quelle del nostro territorio, è un’importante occasione per riflettere sul tema dell’intolleranza e su quell’insensata paura del diverso, che portano le persone ad agire in modo disumano.

Appuntamento questa sera, mercoledì 13 marzo, alle ore 21.00 al Teatro Comunale di Avigliano Umbro per non dimenticare gli orrori del passato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *