L’osteria del Cicchio diventa maggiorenne, quest’anno anche ospiti internazionali – parte 1

AVIGLIANO UMBRO – 11 luglio 2018 – “Diciotto anni fa nasceva ad Avigliano Umbro, in provincia di Terni, l’Osteria del Cicchio: il festival fu ideato per concedere ai giovani uno spazio in cui divertirsi, ballare, bersi una birra in compagnia e socializzare.

La storia Dal 2000 la Piazza Piave di Avigliano Umbro ha visto passare migliaia di persone da ogni paese dell’Umbria e, in alcuni casi, anche da fuori regione; e molteplici sono stati anche i gruppi, provenienti da tutto il mondo, che hanno calcato il palco del festival: tra i più importanti si ricordano Riserva Moac, Jole Balalla, Rock’n’Roll Kamikaze, Folkabbestia, España Circo Este, Arpioni ( la loro versione di “Er tranquillante nostro” di Gigi Proietti è diventata l’inno ufficiale dell’Osteria del Cicchio), Tarantula Garganica, Antonio Sorgentone e tantissimi altri. Fin dagli esordi l’Osteria del Cicchio è sempre stata una manifestazione volta ad ospitare sul proprio palco qualsiasi tipo di stile musicale: dal rock al blues, passando per lo ska, il reggae, il folk e la taranta. Quindici giorni di full immersion nel mondo della musica; una musica che ha il potere di unire, di emozionare, di rendere quel piccolo paese di appena tremila abitanti un luogo dove l’armonia, la passione, la gioia di vivere, diventano la benzina che fa andare avanti tutta la macchina organizzativa.

Tante novità In questa nuova edizione, nel suo diciottesimo anno di età, l’Osteria del Cicchio si presenta in una veste ancora più innovativa: nuovi gruppi, diversi da quelli dell’edizione precedente, ma anche vecchie conoscenze, che con la loro musica hanno lasciato un segno indelebile nel cuore degli aviglianesi.Andiamo con ordine: la manifestazione avrà inizio il 2 Agosto e ad aprire le danze sarà il gruppo Max Panconi Trio, proveniente da Firenze, formazione di tre elementi caratterizzata da una vena rock anni ’50. Il loro primo album, “A little bit of rockabilly” è uscito nel 2008 per la casa discografica Rhythm Bomb Records, riscuotendo un buon successo.

3 agosto Nella serata successiva, Venerdì 3 Agosto, ad illuminare la scena sarà il sound reggae/pop del senegalese Momar Gaye, classe 1975. Nel 1996 lancia il progetto “Zaman” insieme ad Alassane Aidara e Mame Cheikh e nello stesso anno il gruppo esordisce con la loro compilation dal titolo “Petit Frère”. Nel 2000 il progetto Zaman si trasferisce in Sardegna, dove lo stile afro del gruppo si fonde alla perfezione con le sonorità tipiche del territorio; da questa esperienza nasce uno stile musicale che fonda i caratteri del reggae con quelli del pop, del funk e del rock. Il gruppo vanta importanti collaborazioni con artisti del calibro di Sud Sound System, Cisco (Modena City Ramblers), Papa Winnie e General Levy. Nel 2013 è uscito il primo album da solista di Momar Gaye, intitolato “Exodus”.

Notte bianca La programmazione prosegue con l’esibizione del gruppo The Legendary Kid Kombo, che calcherà il palco del festival la sera del 4 Agosto, in concomitanza con la Notte Bianca. Il gruppo italiano porterà all’Osteria del Cicchio il genere “cock-a-billy”, espressione coniata dal gruppo stesso, che racchiude influenze musicali derivanti dalla musica folk, punk, country, psychobilly, rockabilly e balcan. Dopo di loro, la serata continuerà fino a notte inoltrata con il dj-set di Fab Mayday, dj resident dell’Urban Club di Perugia e organizzatore della storica serata “ ’80 vs ’90 ”.

7 agosto Dopo due giorni di fermo, si prosegue Martedì 7 Agosto con lo spettacolo di Mamma li turchi, gruppo che più di una volta si è esibito sul palcoscenico aviglianese. La formazione nasce nel 2013 dall’incontro di musicisti umbri e musicisti “immigrati” in Umbria e la musica che propongono è quella del Sud, con i suoi colori, le sue luci e le sue voci. Il gruppo può vantare esibizioni all’Umbria Jazz Festival di Perugia, alla Festa dell’Unità di Terni e all’EXPO 2015 di Milano, oltre alla presenza al Bardentreffen Festival di Norimberga.

8 e 9 agosto Gli spettacoli continuano con l’esibizione dei The Nuclears, gruppo originario di Crema, che Mercoledì 8 Agosto avrà il compito di far scatenare i presenti; le loro influenze musicali derivano in particolar modo dal mondo psychobilly e rock and roll, anche se le loro radici affondano nella musica hardcore e punk rock. Nella serata successiva, 9 Agosto, a salire sul palco saranno Simone di Maggio, Hank Castiglione, Tommy Faglia e Marco Di Lupo, ovvero i Partners in Crime, con il loro avvolgente Rockin’ Blues.

10 agosto Il 10 Agosto a prendersi il palco saranno gli Slavi – bravissime persone; il gruppo nasce da un progetto sperimentale degli artisti Antonio Ramberti (Duo Bucolico), Marcello Jandu Detti (Supermarket, Giacomo Toni), Nestor Fabbri (Nobraino), Alfredo Portone (Supermarket, Giacomo Toni, Saluti Da Saturno, Jang Senato), il Pitone (Howbeatswhy) che, come riportato nella biografia consultabile sul sito Rock.it, “si propongono di portare in giro per l’Italia e l’Europa una collezione di eccellenti brani, ingiustamente ignorati o dimenticati.” A detta dei componenti del gruppo, le loro esibizioni sono “estroverse e disinvolte” e gli spettacoli che propongono sono “gaudenti e danzerecci”.

Aggiornamenti – Domani (giovedì 12 luglio 2018) metteremo il resto del programma dell’Osteria del Cicchio. Seguiteci!

Per ulteriori informazioni http://www.prolocoaviglianoumbro.it/http://www.prolocoaviglianoumbro.it/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *