Patto per la Sicurezza, ufficiale l’adesione di Avigliano: video sorveglianza in diverse zone

TERNI – 20 giugno 2018 – Firmato ufficialmente il Patto per la Sicurezza tra la Prefettura di Terni e 22 comuni del territorio ternano. L’atto ufficiale è stato siglato oggi in Provincia a Terni tra il Prefetto di Terni, Paolo De Biagi e i sindaci che rappresentavano i capoluoghi e paesi: alla ‘cerimonia’ c’era anche il nostro primo cittadino, Luciano Conti.

La bozza di accordo che è diventata realtà Abbiamo già parlato del fatto che il comune di Avigliano aveva già predisposto, insieme alla Prefettura di Terni, una bozza di accordo http://www.aviglianonews.it/video-sorveglianza-imminente-patto-tra-amministrazione-e-prefettura-per-potenziare-i-servizi/http://www.aviglianonews.it/video-sorveglianza-imminente-patto-tra-amministrazione-e-prefettura-per-potenziare-i-servizi/ . Ebbene, ufficialmente è arrivata oggi la firma sul documento.

Video sorveglianza I Patti sottoscritti sono finalizzati, in particolare, a consentire ai Comuni interessati di accedere a finanziamenti statali (37 milioni di euro a livello nazionale, per il triennio 2017-2019) messi a disposizione – in base al Decreto del Ministero dell’Interno del 31 gennaio scorso – per attivare nuovi impianti di videosorveglianza al fine di prevenire e contrastare episodi di criminalità diffusa nelle aree più esposte.

Le aree di Avigliano interessate Per quanto riguarda Avigliano Umbro, una volta completato l’iter del progetto, le telecamere verranno installate nelle seguenti aree di Avigliano: due nella zona industriale di Vocabolo Rena, una in via Salvemini, una all’imbocco di Corso Roma (in prossimità del distributore di benzina), quattro nel centro storico, e una all’imbocco di via Matteotti. A Dunarobba, invece ci saranno due telecamere, una all’ingresso e una in prossimità della via d’uscita della frazione. Stesso discorso per Sismano, solo che in questo caso i sistemi ‘video’ saranno tre, con un altro piazzato nel centro storico.  Santa Restituta e Toscolano, invece, fanno parte di un altro progetto già avviato, in cui è presente la videosorveglianza .

Le istituzioni presenti all’iniziativa A spiegare, nel dettaglio, i contenuti di questa iniziativa c’erano i massimi rappresentanti delle forze dell’ordine provinciali: oltre al Prefetto, infatti, hanno parlato il questore di Terni Antonio Messineo, il commissario straordinario del Comune di Terni, Antonio Cufalo, il presidente della Provincia di Terni Giampiero Lattanzi, e il massimo esponente dell’Anci regionale Francesco De Rebotti.

I comuni aderenti al patto Come detto, oltre ad Avigliano, il patto è stato sottoscritto anche le amministrazioni comunali di  Acquasparta, Allerona, Alviano, Amelia, Arrone, Attigliano, Baschi, Calvi dell’Umbria, Ferentillo, Giove, Guardea, Montecchio, Montefranco, Monteleone d’Orvieto, Narni, Orvieto, Otricoli, Porano, San Gemini, Stroncone, Terni.

C’è una scadenza Entro il prossimo 30 giugno i Municipi sottoscrittori, nonché quelli che vorranno ulteriormente aderire, presenteranno i progetti dei sistemi di videosorveglianza che saranno preventivamente valutati in sede di Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza pubblica e successivamente inoltrati dalla Prefettura, unitamente all’istanza di finanziamento e all’altra documentazione prescritta, al Ministero dell’Interno per essere inseriti nella graduatoria che darà titolo all’accesso ai contributi

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *