Serpericci:” La stagione calcistica? Bella che finita, speriamo l’emergenza rientri al più presto.”

406

BASCHI – 4 Aprile 2020 – Nell’ultima giornata disputata i ragazzi dell’SSD Colonia hanno battuto per 2-1 in trasferta il Guardea ed ora, come tutto il mondo calcistico, sono fermi e preoccupati per la salute di tutti. Abbiamo scambiato due parole con l’allenatore, Sergio Serpericci, che guida la squadra militante in Prima Categoria Girone D.

Serpericci, in foto (foto di calcioternano.it), oggi è un avversario della Real Avigliano, per tanti anni ne è stato la guida tecnica.

Mister, a bocce ferme, chiede ai suoi calciatori di rimanere in forma?Naturalmente il rapporto con i ragazzi è sempre ottimo, sono sempre in contatto con tutti loro. Non chiedo nulla ai ragazzi perché tutto quello che facciamo lo facciamo per passione, la cosa principale che stiano bene, che l’emergenza rientri al più presto. In un momento come questo penso sia giusto interrompere tutto.”

La sua squadra è in lotta per la salvezza, come crede debba finire questa stagione? Penso che la stagione, purtroppo, sia bella che finita. Non credo ci siano possibilità emotive e pratiche per ripartire. Siamo stati fermi per quasi due mesi, chissà per quanto lo rimarremo. C’è una preparazione da rifare prima di tornare a giocare, non credo ci sia il tempo utile per ricominciare da dove si è interrotto tutto.

Personalmente credo che il campionato vada invalidato. Non sono state disputate tutte le partite previste, contro alcune squadre abbiamo giocato due volte, con altre una. Ci sono distanze irrisorie, si parla di 1 o 2 punti, forse 4, di distanza tra le squadre nelle zone calde della classifica, siano esse alte o basse. Un esempio, che tutti conosciamo, a livello nazionale il duello Juve-Lazio, non può un punto a poco più di metà stagione decidere lo scudetto.”

La sorpresa della stagione? “Sono soddisfatto di tutto il gruppo, è formato da tanti giovani che lavorano tanto, per esempio Pacifici un 2001, Bianco un 2002. Purtroppo lo stop ci ha, calcisticamente, tagliato le gambe, eravamo in un buon momento.

Luca Proietti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *