Avigliano Umbro, parla il sindaco sull’emergenza Covid: “Abbiamo tutti delle responsabilità, comportiamoci bene” "Inappropriato dare la colpa ai giovani, agli immigrati, alla politica e ai virologi"

817

AVIGLIANO UMBRO – 19 agosto 2020 “Credo sia inappropriato e un po’ troppo semplicistico dare la colpa di tutto ai giovani, agli immigrati, alla politica, ai virologi e chi più ne ha più ne metta”. Lo afferma il sindaco di Avigliano Umbro, Luciano Conti in un suo intervento sulla questione covid-19 rivolto ai suoi concittadini. “Sicuramente tutti noi, ognuno per il proprio comportamento o per la propria mansione, ha delle responsabilità”, dichiara Conti che poi aggiunge: “Tutti noi avremmo dovuto o potuto comportarci in maniera diversa. Chi cerca di darci delle direttive su come agire potrebbe aver sbagliato tutto o potrebbe aver cercato di ottemperare al proprio lavoro tenendo conto di mille fattori, che siano economici, diplomatici, del semplice vivere quotidiano ma, soprattutto per tutelare la nostra salute.

Non è semplice trovare soluzioni Sicuramente – osserva il sindaco – non tutto ha funzionato come avrebbe dovuto sennò non saremmo di nuovo a parlare di questo, anche se sono sicuro che trovare delle soluzioni che vadano bene per tutti non è semplice”.

Anno scolastico Conti parla anche della scuola e dell’imminente avvio del nuovo anno. “Ho letto cose inverosimili e sentito genitori giustamente molto preoccupati – sottolinea – credo che la questione sia molto seria e da prendere con la dovuta cautela, senza allarmare soprattutto i nostri bambini che purtroppo come tutti sappiamo sono molto social e quindi leggono sicuramente ciò che viene scritto in alcuni post. La salute dei nostri bambini e ragazzi è forse una delle priorità assolute per tutti – aggiunge – vi assicuro che le persone interessate stanno facendo il possibile per rendere la scuola uno dei posti più sicuri, dove i nostri ragazzi staranno sicuramente a loro agio e protetti, lontano dal pericolo che qualcuno li prelevi da essa senza alcun diritto di farlo.

Non cercare colpevoli Quello che vorrei chiarire è che non è il momento di cercare colpevoli, né troveremmo a migliaia ma non troveremmo nessuna soluzione”, dice il sindaco. “Questo – riprende – è il momento di essere realisti, di capire che con questo beato virus indebolito o no ci dovremmo ancora convivere per qualche tempo, quindi cerchiamo tutti insieme di trovare la soluzione più efficace che è, almeno a parere mio, non sottovalutare quello che sta accadendo, cerchiamo tutti e dico tutti, di comportarci in modo corretto e di rispettare noi stessi e gli altri e questo lo possiamo fare solamente usando le mascherine quando servono, evitando di frequentare locali affollati e evitando gli assembramenti. La nostra comunità – conclude Conti – è sempre stata un esempio e molte volte nei mesi precedenti ho elogiato i nostri ragazzi per il loro comportamento, continuerò a farlo come loro sono sicuro continueranno a darci esempio di rispetto e maturità, cosa che a volte è mancata e mancherà a persone più mature”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *