Dopo la vittoria in Umbria, la festa: l’inesistente buon senso leghista Pioggia di critiche per la foto postata dalla deputata leghista Saltamartini che ritrae persone intente a festeggiare i risultati delle suppletive

1.052

AVIGLIANO UMBRO – 9 Marzo 2020 – Da umile spettatore non votante ho assistito a elezioni scontate ma allo stesso tempo tristi. Mi è stato raccontato che alcuni seggi della Provincia di Terni (non di Avigliano) non erano proprio in condizioni ottimali. E’ poi sotto gli occhi di tutti la scarsissima partecipazione al voto. Nonostante ciò il centro destra ha mantenuto un componente in Senato e si può dire si sia meritato i festeggiamenti. NO. No, perché rappresentare le istituzioni vuol dire dare il buon esempio, mettere l’integrità dello Stato davanti alla propria; altrimenti si è solo “attaccati alla poltrona”, al bonifico.

La deputata della Lega Barbara Saltamartini ha postato su Facebook le foto di una festa alla quale ha preso parte in quel di Terni in una casa privata. Presenti almeno 60 persone per celebrare la vittoria della candidata leghista Valeria Alessandrini alle suppletive in Umbria. Tutto mentre un decreto del Governo, pubblicato ieri in Gazzetta Ufficiale, sconsiglia esplicitamente gli assembramenti di persone anche nelle zone dove il contagio è meno diffuso. Saltamartini è stata travolta da una pioggia di critiche sul suo profilo, anche da parte di elettori leghisti o di destra. Da spettatore, appunto, mi chiedo come si fa ad appellarsi al “buon senso” degli italiani, se il buon senso non è nelle istituzioni.

Ci risulta la presenza di rappresentanti politici esterni alla Lega, del nostro territorio, non ci interessa molto chi ha partecipato, ma chi ha sentito il bisogno di rendere il tutto pubblico. Chi pensa di non poter mettere a rischio gli altri. Ah, complimenti per la vittoria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *