Il dolce risveglio Il Cappuccino Day, una giornata internazionale per una delle bevande più diffuse al mondo

697

Avigliano Umbro , 9 novembre 2023 – Ieri è stata la giornata internazionale del cappuccino, la bevanda che accompagna il nostro risveglio e che appartiene alla nostra tratradizione.

Le origini: si parla di un frate friulano che l’avrebbe inventata, composta da caffè e latte montato a vapore. E’ da aggiungere che ci sono due leggende sull’ origine della bevanda: una che vuole Padre Marco d’ Aviano , ovviamente cappuccino come colui che, recandosi da papa Innocenzo XI a Vienna nel 1683 con l’ intento di convincere le potenze europee ad una coalizione contro gli ottomani che la stavano assediando , abbia corretto, in una osteria, il  gusto forte del caffè con il latte e da qui il nome cappuccino. L’altra attribuita al saio dei frati, noto per la presenza del cappuccio, oppure ancora al locandiere che abbia pronunciato  la parola kapuziner…ed ecco il cappuccino.

 

Diffusione: si è diffuso in Friuli  Venezia Giulia e in tutto l’ impero austroungarico. Solo nel XX secolo con, l’utilizzo delle macchine da caffè espresso, la bevanda cominciò ad assumere le caratteristiche attuali con la preparazione della schiuma da latte attraverso il beccuccio a vapore.

Tendenze e costi: all’estero il cappuccino si consuma anche dopo pranzo o nel pomeriggio; da noi solo nella fascia oraria mattutina ed è la bevanda più gettonata dagli italiani per almeno il 41% prima del caffè. Il costo varia da 1,30 euro ad una massimo di 2 euro. Il cappuccino italiano si distingue, inoltre, per aroma intenso con aggiunta di latte, cereali, cioccolato e caramello.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *