Il nervosismo fa brutti scherzi: il derby va al Castello Tanta attesa e poca resa per i ragazzi di Mister Carlone: Real Avigliano KO

47

Avigliano Umbro – 16 settembre 2019 – Ieri (15 settembre, ndr) è stato il giorno del derby. Al Comunale di Avigliano Umbro in un caldo pomeriggio di fine estate, 32° celsius, è andata in scena una sfida travolgente per tutti gli abitanti del posto. Temperatura elevata in campo e sugli spalti sui quali l’affluenza è stata quella delle grandi, grandissime, occasioni. Real Avigliano e Castello si sono sfidate in una gara valida per la seconda giornata del campionato di Prima Categoria umbra, girone D.

Le squadre in fase di riscaldamento

Primo tempo I padroni di casa partono subito forte: al 3′ minuto Sensini batte corto una punizione che porta al tiro Pozzi che però calcia male. Al 7′ il Signor Lukan dimostra di voler tenere in mano la gara e ammonisce Sabatini per aver allontanato la palla prima di una rimessa laterale. Meglio nel primo quarto i ragazzi di mister Carlone che più volte hanno dialogato e bene sulla fascia destra mancando però nell’ultimo e sempre decisivo passaggio. La prima vera occasione è però di Paragnani che triangola con Ricci e Rossi e calcia a giro ad un soffio dal sette più lontano. Al 39′ punizione dal limite, è il numero 10 del Castello che pennella sopra la barriera, nulla può Paolo Conti. Cambia il parziale: 0-1. È però l’eroe della partita, fino a qui, a sbagliare una verticalizzazione: gli uomini di casa sono bravi a ribaltare l’azione in maniera rapida per poi presentarsi in area. Squadroni costretto al fallo e nessun dubbio per l’arbitro: rigore. Sensini calcia angolato ma il numero 1 ospite dice no. Si allunga alla sua destra e respinge.

I giocatore del Castello si complimentano con il loro portiere Squadroni per il rigore appena parato

La ripresa Il secondo tempo inizia sulle onde dell’entusiasmo per gli ospiti: al 14′, dopo un giro palla da dietro, lancio lungo di Massarelli per Ricci che a tu per tu non sbaglia: 0-2. Papini decide di non rischiare e pian piano inserisce uomini di esperienza per difendere il fortino dei suoi. Reazione emotiva, anche troppo, dei ragazzi oggi in bianco-rosso, che durante una leggera rissa rimangono in dieci uomini. La palla goal per riaprire la partita è sui piedi di Valeri che non riesce per ben due volte a battere Squadroni. Difficile pensare ad un finale peggiore: al 46′ arriva anche lo 0-3. Grasselli da sinistra calcia in mezzo, a portiere spiazzato è un gioco da ragazzi per Rossi Michele spingere in porta.

L’esultanza finale dei ragazzi del Castello

Nel complesso La Real Avigliano dopo un buon inizio paga di inesperienza e non riesce a reagire ai colpi presi. Nel Castello da sottolineare le prestazioni di Regno e Antonini, quest’ultimo oggi ha dato tanto a mister Papini, anche in fase di intercettazione, oltre che di Paragnani e Squadroni. Il giudizio dell’arbitraggio è più che sufficiente, sempre le scelte più giuste. Per l’Avigliano da salvare il discreto approccio alla gara. C’è però da crescere e continuare a credere in un progetto con tanti ragazzi del posto. Tra i tifosi ora voglia di veder reagire alla prima, seppur sonora, sconfitta della stagione nel turno della prossima settimana.

Cooling break Visto il caldo eccessivo, il direttore di gara ha fatto effettuare, al 30′ di ogni tempo, una breve pausa per fare dissetare i calciatori.

Seguono ora le interviste al Mister del Castello Alessandro Papini ed all’uomo partita “Avigliano News” Luis Alberto Squadroni.

Alessandro Papini

Mister Papini, innanzitutto un commento alla partita

Bellissima partita, una gara abbastanza corretta. È logico che tra due squadre che sono anche ‘vicine di casa’ ci sia qualche scaramuccia. L’Avigliano è una società che mi ha impressionato anche atleticamente. Noi abbiamo capitalizzato al massimo le nostre occasioni, quello che ci è mancato nelle partite precedenti, infatti abbiamo subito due sconfitte immeritate. Dal 20′ in poi abbiamo anche gestito il possesso. Sono contento sia per i giocatori sia per i tanti tifosi che ci sono venuti a vedere.

Cosa ha chiesto ai suoi?

Il derby è sempre il derby, ma noi dovevamo fare 3 punti, a qualsiasi costo. Speriamo che questa prestazione ci dia qualcosa in più per il futuro a livello di consapevolezze. L’ultima cosa che ho detto prima di scendere in campo è stata: divertitevi e giocate a calcio.”

Alcuni suoi giocatori Mister Papini hanno messo a frutto i loro anni ed anni di esperienza

Luis Alberto, Marco e Andrea sono giocatori su cui fare affidamento per un discorso di esperienza. Probabilmente in partite come questa sentono meno la pressione di un ragazzo del posto, sono abituati a giocarle e sono pronti nelle occasioni decisive. Ma devo fare i complimenti a tutta la squadra, dal primo all’ultimo. Quest’anno è davvero difficile sceglierne 11, sono un gruppo unito e sono tutti ottimi giocatori.

Passiamo ora al “man of the match” Luis Alberto Squadroni.

Luis Alberto Squadroni

Complimenti innanzitutto per il rigore parato

Dopo il fallo commesso e dopo 4 rigori in 4 partite era giusto così, ma l’importante è aver vinto questa partita e aspettare il Todi con un morale migliore

Cosa vuoi dirci sulla vittoria e sui primi tre punti della stagione

Per me è il primo anno a Castello e in settimana si sentiva parecchio questa partita; speriamo sia l’inizio di un ottimo campionato

Per concludere: come è stato il passaggio dall’A.M.C. ’98 al Castello?

Mi trovo benissimo, come a casa. Il gruppo è fantastico e questo è importante per giocare a calcio.

Non ci è stato invece possibile ascoltare la voce di Mister Massimo Carlone, il quale non ha voluto rilasciare dichiarazioni a fine partita.

Parla il direttore sportivo della Real Avigliano, Luciano Papini (nella foto sotto) che fa, in primis, i complimenti al pubblico:

“Mi ha fatto piacere vedere così tanta gente sugli spalti dell’impianto sportivo. E’ stato un evento importante per il nostro territorio, che è sempre molto seguito. Complimenti al pubblico!”

Sulla partita, il dirigente dice:Il primo tempo è stato equilibrato, ma brutto, con pochi tiri in porta. Ha prevalso il tatticismo, con la difesa del risultato. Poi c’è stato il gol del Castello su punizione, e noi che abbiamo avuto l’occasione per il pareggio con il rigore di Sensini parato da Squadroni.

L’analisi continua con la ripresa: “Il Castello ha segnato il secondo gol e poi c’è stata l’espulsione di Li Gobbi che ha chiuso definitivamente i giochi. La vittoria degli ospiti, a mio parere, è stata meritata.

TABELLINO

Real Avigliano: Conti P., Piacenti, Manetti (16’ st. Flavioni), Renzini, Capaldini (32’ st. Proietti), Sensini, Pozzi, Ligobbi, Soli Gi. (1’ st. Valeri), Pagliaroli (30’ st. Costantini), Conti F. (25’ st. Brunetti) A disposizione: Grisci, Pelini, Fazi, Soli Gr.

Allenatore: Massimo Carlone (Voto: 5)

Calcio Castello: Squadroni, Tomassini (4’ st. Rossi Mi.), Sabatini, Massarelli, Regno, Antonini, Scappiti, Ardizio (26’ st. Grasselli), Rossi Ma. (39’ st. Sbaraglia), Paragnani M., Ricci (16’ st. Paragnani A.) A disposizione: Variazzi, Ceccobelli, Maurini, Barbaccia, Tromboni

Allenatore: Alessandro Papini – Carlo Carta (Voto: 6.5)

Arbitro: Taras Lukan (Foligno – Voto: 6.5)

Reti: Paragnani M. (39’ pt), Ricci (14’ st.), Rossi  Mi. (46’ st.)

Ammoniti:

Real Avigliano: Conti P. (15’ st.), Sensini (25’ st.), Capaldini (30’ st.)

Calcio Castello: Sabatini (7’ pt.), Ardizio (24’ pt.), Antonini (41’ pt.), Squadroni (43’ pt.), Paragnani M. (9’ st.), Rossi Mi. (20’ st.), Rossi Ma. (39’ st.)

Espulsi: Ligobbi (20’ st.)

Note: Al 43’ del pt. Squadroni para rigore a Sensini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *