Passato e presente

La nascita degli U.S.A.: novità e contraddizioni Accadeva 236 anni fa

592

Avigliano Umbro 17 Settembre 2023 , oggi a distanza di 236 anni , venne firmata a Filadelfia la prima costituzione degli Stati Uniti a conclusione della rivoluzione americana e la lotta per l’ indipendenza dalla madrepatria inglese.

I FATTI già dal 1600 e il secolo successivo per molteplici ragioni  inglesi, olandesi, francesi e tedeschi sono immigrati in America alla ricerca di opportunità di vita migliori rispetto a quelle offerte dai loro paesi di origine. Ciò a determinato la nascita delle colonie distribuite nel sud , nel centro e nel nord , ognuna dedita a specifiche attività in base alla disponibilità e ricchezza del territorio. Nel corso del tempo i coloni hanno maturato il desiderio, anche a causa delle restrizioni e le tazzasioni che imponeva l’ Inghilterra, di lottare per essere indipendenti.

NOVITÀ il tratto peculiare della nascita degli USA consiste nel fatto che per la prima volta un popolo si è inventato la nazione concependola come una sorta di “ mondo alla rovescia “ rispetto all’ Europa . Infatti questi coloni non sono legati da un comune passato millenario, hanno origini diverse e professano anche diverse religioni eppure riescono a forgiare una propria identità costruendola sul senso di alterità e diversità rispetto alla vecchia Europa che invece si fonda su radici culturali e religiose condivise. Per questo la nazione americana riesce a far convivere genti diverse sul proprio  suolo , non per questo senza problemi e difficoltà.

CONTRADDIZIONI se andiamo a leggere la nuova costituzione firmata in questo giorno del 1787  in essa troviamo in apertura le parole “ We, the  people” – noi, il popolo a dimostrare l’ importanza delle genti americane nella lotta per indipendenza e di essere un popolo unito . Ma è così?  Assolutamente no, infatti se la costituzione venne celebrata come una premessa alla nascita di uno stato democratico in realtà presenta due contraddizioni :  venne creato un ordinamento non fondato sul consenso e la partecipazione del popolo ma sul volere dei governanti perché il presidente americano , detentore del potere esecutivo , non viene eletto direttamente dai cittadini proprio per  evitare una loro influenza eccessiva. Inoltre la costituzione ha connotati razziali distinguendo tre popolazioni i nativi, i bianchi ed i neri che però non vengono nominati  per non macchiare il testo   vengono  indicati come “ altre persone “ così da giustificare la loro  schiavitu’ . . Questo aspetto non è di poco conto perché attesta le novità della storia di un popolo ma anche il duplice volto di una cripto democrazia , piena di contraddizioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *