Ospedalizzazione domiciliare, e temi di bilancio: alcuni interventi del consiglio comunale di Avigliano Le parole del vice sindaco Pacifici e dell'assessore Gentili

588

AVIGLIANO UMBRO – 17 luglio – Alcuni dei punti trattati durante il consiglio comunale di giovedì scorso (10 luglio 2020)

Ospedalizzazione domiciliare Approvato ad unanimità l’idea di ospedalizzazione domiciliare: il Consiglio Comunale istituirà prossimamente un tavolo composto da esperti medici e da istituzioni per realizzare un nuovo modello di sanità a passo con i tempi moderni.

Le parole del vice sindaco e assessore ai servizi sociali Roberto Pacifici (foto sotto) durante il consiglio comunale: ““Ringrazio il dottor Favilli che ha voluto, con una lettera indirizzata all’assessore regionale Coletto ed alla presidente della commissione consiliare sanità Pace, mettere ancora una volta in evidenza il tema dell’ospedalizzazione domiciliare, un progetto su cui il dottor Favilli crede fortemente .

Questa idea che la regione Umbria dovrebbe prendere in considerazione è un qualcosa di più dell’assistenza domiciliare: la parola d’ordine è portare a casa dei pazienti l’ospedale. L’incremento della popolazione anziana con il conseguente aumento della richiesta di prestazioni sanitarie, la necessità di contenere le spese, insieme con l’acquisizione scientifica dei vantaggi domiciliari delle cure domiciliari, devono favorire lo sviluppo di tali servizi.

Si tratta in sintesi di integrare e mettere a sistema una continuità assistenziale tra diversi soggetti interessati: ospedale, territorio, medico di famiglia e distretto sanitario coinvolgendo associazioni di volontariato. Infine ritengo che ciò possa agire in maniera positiva sui tassi di ospedalizzazione avendo più letti a disposizione per gli acuti.

Un esempio positivo di ciò è stato sperimentato dalla Regione Piemonte all’ospedale ‘Le Molinette’ di Torino con dei risultati davvero soddisfacenti. Quindi, colgo l’occasione per invitare il Consiglio Comunale di Avigliano a costituire un tavolo composto da istituzioni, esperti, forze sociali, allo scopo di realizzare questo nuovo modello umbro di sanità al passo con i tempi”.

Per quanto riguarda le tematiche di bilancio, ecco l’intervento dell’assessore Gentili (foto sotto):

“Il bilancio di previsione 2020 che si è approvato lo scorso venerdì 10 luglio in Consiglio Comunale è un bilancio che è stato inevitabilmente influenzato da alcuni fattori: in primis, dalla situazione creata dalla pandemia vissuta in questi mesi sia per quanto concerne l’aspetto economico che in quello della programmazione, nonché nella tempistica della sua approvazione, che si è resa possibile solo dopo aver avuto una visione d’insieme più chiara data dalla certezza delle risorse che lo Stato ha destinato per questa emergenza e le agevolazioni che il Governo centrale ha concesso ai Comuni.

L’altro elemento condizionante che ha inciso in maniera determinate sulla composizione di questo bilancio è il disavanzo di euro 129000. Ci siamo adeguati alla delibera della Corte dei Conti che di fatto ha obbligato l’Ente a considerare i crediti vantati nei confronti della partecipata Sii di dubbia esigibilità questo fa crescere in maniera esponenziale  il fondo crediti provocando un disavanzo importante per il Comune.

 Gestione oculata delle risorse L’assessore Gentili ci tiene comunque ad evidenziare fin da subito che “con questo bilancio si riesce a coprire il disavanzo, grazie alla gestione oculata e programmata di questi anni. In altre situazioni – fa notare –  un disavanzo di questa portata poteva mettere in seria difficoltà la stabilità economica di qualsiasi Ente.

Sinergia Al tempo stesso grazie proprio al lavoro attento e costante compiuto nella sinergia di Giunta, Maggioranza e Uffici, oltre a coprire tale disavanzo, si propone un bilancio equilibrato che continua a puntare su aspetti per noi fondamentali. Naturalmente, esso segue  le linee guida di quello degli ultimi anni mantenendo un’attenzione forte e costante al sociale, alla scuola, alla cultura, alla promozione del territorio, alla manutenzione ordinaria e straordinaria del patrimonio e alla sicurezza dei cittadini,  confermando, inoltre, tutti servizi di qualità per la Comunità. Gentili, continua facendo notare che quando si parla di servizi di qualità, ci si riferisce a servizi assolutamente utili ai cittadini che ne possono usufruire con costi contenuti grazie alla consistente partecipazione economica del Comune. Rimangono infatti invariati:

  • il buono pasto della scuola secondaria di primo grado,
  • la mensa della scuola dell’infanzia,
  • le tariffe del trasporto scolastico,
  • le tariffe dei servizi a domanda individuale.

Entrando nello specifico di alcuni aspetti fondamentali di questo bilancio: si continua  ad investire fortemente sul sociale, finanziando con importanti risorse alcune iniziative:

  • si sovvenzionano nuovamente le tessere speciali a tariffa agevolata per il trasporto pubblico locale che possono essere richieste in base all’Isee. Avigliano Umbro è uno dei pochi comuni, se non il solo, a continuare in questa forma di aiuto che anni fa veniva finanziata dalla Regione;
  • si ripropongono fondi per il finanziamento dei contributi legati alle borse socio-assistenziali;
  • si prevedono nuovamente ingenti risorse per la gestione dei servizi socio-assistenziali in forma associata tramite l’ambito sociale n.11;
  • si finanzia anche per il 2020 il servizio di accompagnamento svolto dalla associazione AUSER per gli alunni in difficoltà che frequentano la scuola secondaria di secondo grado
  • inoltre, quest’anno si sostengono, su segnalazione della ASL, le spese relative al servizio per i centri sociali diurni che per il Comune incidono nel bilancio per oltre € 10000 – è dunque questa nuova uscita nel bilancio 2020.

Vigile Un’altra importante iniziativa di questo bilancio di previsione che l’assessore evidenzia è lo stanziamento delle risorse necessarie per l’assunzione nel Comune di un vigile di categoria C. Un’operazione frutto di accurate valutazioni sia in Giunta che in Maggioranza dato che era necessario tenere in considerazione  ogni eventualità poiché è evidente che quando si assume una nuova figura all’interno del Comune è inevitabile che questo vada ad incidere in maniera economica sulle spese e sulle programmazioni anche per il futuro.

Inoltre, anche quest’anno il bilancio di previsione presenta interventi mirati e significativi sulle Opere Pubbliche:

  • si cofinanzia un contributo della Regione che da anni era “fermo” e si rischiava di perdere relativo al secondo stralcio della biblioteca ;
  • si cofinanzia l’asfaltatura e sistemazione della strada Petrara, una priorità di questa Giunta e dell’intera Maggioranza poiché si è sempre ritenuto fondamentale asfaltare le strade bianche e sistemare quelle già asfaltate per dare un servizio migliore ai cittadini e per limitare il costo della manutenzione ordinaria, che incide fortemente sulla spesa corrente dell’Ente. Oltre a questi interventi, con questo bilancio si realizzano l’ampliamento del cimitero di Santa Restituta, si portano avanti progetti già finanziati quali efficientamento della pubblica illuminazione, la videosorveglianza, la sistemazione dell’area pedonale di via Sottomuro a Dunarobba, nonché il bando per l’installazione delle colonnine elettriche per l’elettromobilità che si unisce alla realizzazione della casetta dell’acqua – interventi, questi ultimi, che testimoniano l’attenzione di questa amministrazione all’ambiente e ai progetti di sviluppo sostenibile del territorio.

Nonostante le evidenti difficoltà nel far quadrare il bilancio di previsione, come più volte ribadito, si è voluto fortemente dare un aiuto alle attività produttive del territorio duramente colpite dall’emergenza Coronavirus. Infatti, si è lasciato in bilancio un capitolo con un importo di € 23000 da destinare per far fronte a questa emergenza. Una parte cospicua di queste risorse verrà impegnata proprio per aiutare le attività produttive che sono state chiuse a causa del Covid-19. L’aiuto verrà destinato come agevolazione sulla Tari. Questa decisione è stata più volte ragionata in Giunta, in Maggioranza,  con gli Uffici e anche nella riunione avuta con i capogruppo, ed è risultata essere la forma di agevolazione più equa e opportuna. Questo anche a seguito di una delibera del 5 maggio dell’ARERA (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente) che prevede un’agevolazione per le utenze non domestiche del 25% sulla parte variabile della Tari relativa ai giorni di chiusura dell’attività.

L’Amministrazione, invece, con fondi di bilancio applica un’agevolazione del 100% sia per la parte fissa che per la parte variabile relativa ai giorni di chiusura, dunque non si fanno pagare la Tari nel periodo in cui le attività sono state chiuse. Inoltre, c’è la disponibilità – come già detto pubblicamente – a finanziare anche un progetto di sviluppo e promozione delle attività produttive del nostro Comune. Dunque, questo bilancio evidenzia uno sforzo importante da parte dell’Ente, considerati i fattori determinanti esposti,   finalizzato ad aiutare la comunità produttiva colpita dal periodo di lockdown. Questa misura segue altre iniziative di vicinanza e attenzione ai cittadini messe in atto in questi mesi; si è già deciso di rimborsare i servizi non resi di mensa e scuolabus nei mesi di marzo, aprile e maggio nonché di non far pagare né interessi né sanzioni a chi, in difficoltà a seguito degli effetti della pandemia,  pagherà  entro il 30 settembre l’acconto Imu, limitatamente alle quote di spettanza comunale.

Sempre in merito alla Tari si è posticipato a tutti i cittadini il pagamento: inizialmente ci sarà un acconto del 50% suddiviso in due rate la prima a settembre e la seconda ad ottobre.

Anche questa è una forma di aiuto ai cittadini, si ricorda, infatti, che lo scorso anno la tariffa era suddivisa in 4 rate, 30 giugno, 31 luglio, 30 settembre e 31 ottobre. Al momento attuale il servizio Tari è stato garantito nel 2020 e il cittadino non ha ancora pagato il tributo; nel 2019 a settembre aveva pagato il 75% del dovuto e a ottobre il 100% ora a settembre si troverà a pagare il 25% del dovuto sulla base delle vecchie tariffe.

Per quanto riguarda gli altri finanziamenti stanziati in questo bilancio, ci sono:

  • importanti risorse per la segnaletica e sicurezza stradale: il doppio rispetto agli anni precedenti, quasi interamente destinate all’installazione di segnalatori luminosi situati sugli attraversamenti pedonali di Viale Matteotti e davanti alla scuola di Sismano, di modo da cercare di risolvere un problema reale – che la Maggioranza ha ben chiaro – quale il pericolo derivante dall’ eccessiva velocità delle auto in prossimità di queste zone.
  • l’aumento di fondi per la manutenzione del verde;
  • lo stanziamento di risorse per la gestione ed eventuale sostituzione degli autisti degli scuolabus.

Nel bilancio si continuano a finanziare i progetti presso le scuole dell’Istituto Comprensivo(teatro, musica e lingua)  e il progetto “Nati per leggere” della Biblioteca Comunale Maestra Bettelli.

L’Assessore Gentili conclude dicendo che ‘Giunta e Maggioranza tutta avevano naturalmente degli obiettivi e dei progetti differenti che volevano poter finanziare con questo bilancio, che è anche l’ultimo che questa Amministrazione approva e porta a termine, ma purtroppo per tutti i motivi specificati si è dovuto rinunciare ad alcune idee ed iniziative poiché non sono realizzabili con queste condizioni di bilancio.

Ci tiene comunque a sottolineare che, nonostante i grandi limiti a cui si è dovuto assoggettare, questo bilancio copre un notevole disavanzo in un solo esercizio senza gravare sui bilanci futuri: un risultato soddisfacente frutto della buona gestione di questi anni , unita al fatto che si continueranno a fornire dei servizi di qualità alla Comunità tutta, seguendo le linee guida che in questi anni hanno sempre contraddistinto questa Amministrazione, che si è sempre impegnata prontamente a rispondere alle esigenze dei cittadini e del territorio’.

Avigliano News sta cambiando. Per saperne di più: https://www.gofundme.com/manage/salva-avigliano-new

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *