Cronaca

“Postazione 118 senz’acqua. Se gli enti preposti non risolvono la situazione, chiudiamo” La denuncia del presidente della Cri di Avigliano Matteo Sciarrini

505

La centrale operativa della Croce Rossa di Avigliano Umbro, sede anche della postazione del 118 e attiva 24 ore su 24,  è senz’acqua da oltre due giorni. A denunciare la situazione è il presidente Matteo Sciarrini:

“ Un tubo messo provvisoriamente, oltre 15 anni fa, lungo il muraglione che va dall’acquedotto di Avigliano alla sede di via della torre della Cri, a causa delle basse temperature si gela e ci lascia senz’acqua.

“Sono ormai anni che sollecitiamo l’Amministrazione Comunale e l’Aman affinchè risolvano definitivamente questo problema  – continua Matteo Sciarrini – che si ripete ogni anno con l’arrivo dei mesi invernali. Non è pensabile che gli operatori della Cri sono da oltre due giorni senz’acqua, senza avere quindi la possibilità di lavarsi o di andare al bagno, oppure di pulire l’ambulanza dopo i loro interventi”.

“Ma la cosa peggiore è che nessuna delle società addette all’acquedotto rispondono al telefono. Il servizio guasti 24 ore su 24 ore è sempre occupato, oppure non c’è modo di avere un contatto.  La situazione è molto grave e per questo motivo -conclude il presidente della Cri –  ho inviato una lettera agli organi preposti a risolvere questa situazione, minacciando la chiusura della Postazione del 118 di Avigliano Umbro, qualora non si arrivi ad una soluzione entro la serata”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *