Provincia, votate ad unanimità le surroghe Entrano i consiglieri Roberto Morelli di Avigliano e Giovanni Taglialatela di Penna

711

TERNI – 8 giugno – Il Consiglio provinciale ha votato stamattina, all’unanimità, la convalida delle surroghe dei consiglieri comunali di Terni decaduti dopo le elezioni amministrative. Il segretario generale, Paolo Ricciarelli, in base al regolamento del Consiglio e alle normative vigenti, ha evidenziato che il numero dei consiglieri di maggioranza presenti (assente la minoranza) era tale da poter rendere valida la seduta. Per il gruppo di maggioranza “Provincia Libera” sono entrati Giovanni Taglialatela, consigliere comunale di Penna in Teverina, e Roberto Morelli, consigliere comunale di Avigliano Umbro. Erano decaduti, sempre per lo stesso gruppo, Lucia Dominici, Sergio Armillei e Monia Santini.

Le novità Nicoletta Valli, entrata come nuova consigliera del gruppo di minoranza Nuova Provincia Terni in sostituzione di Federico Pasculli, non era presente. I seggi sono stati attribuiti ai consiglieri comunali in carica che, come candidati nelle medesime liste dei consiglieri provinciali decaduti, hanno ottenuto la maggiore cifra individuale ponderata. Taglialatela, entra come secondo dei non eletti poiché il primo, Michele Rossi, non riveste più la carica di consigliere comunale a Terni. Morelli entra invece come terzo dei non eletti, Valli come seconda dei non eletti della minoranza, in quanto che il primo dei non eletti, Federico Novelli, non riveste più la carica di consigliere comunale. In base alle vigenti disposizioni normative, a fronte di quattro decadenze sono possibili tre surroghe: due per le tre cessazioni della lista “Provincia Libera” e una per la cessazione della lista “Nuova Provincia Terni”.

La Presidente Laura Pernazza è intervenuta in avvio dei lavori ringraziando i consiglieri uscenti (“hanno sempre mostrato spirito costruttivo e di collaborazione”) ed augurando buon lavoro ai nuovi entrati. “La validità della seduta – ha detto poi – fa chiarezza sulle notizie di stampa circolate in queste ore. Mi dispiace constatare l’assenza della minoranza, perché sono fermamente convinta che bisogna anteporre sempre l’interesse dei cittadini e del territorio a quello dei partiti. Io e i consiglieri oggi presenti facciamo gli interessi di tutti senza distinzione di colore politico o di schieramento, con senso di responsabilità e spirito di appartenenza alle istituzioni”. Sul fatto che non ci saranno consiglieri comunali di Terni, la Presidente ha rassicurato: “Questo non significa che Terni non sarà rappresentata. Mi farò garante di questo e, in sinergia con l’amministrazione comunale, continuerò a lavorare sui progetti già avviati e quelli da avviare, consapevole dell’importanza che la città riveste per tutta la provincia”.

Rinvio Su proposta del capogruppo di Provincia Libera Gianni Daniele è stato rinviato il punto sull’integrazione delle commissioni consiliari in virtù dei nuovi ingressi. “Ci sembra opportuno condividere l’atto con la minoranza che oggi non c’è, ma le commissioni rimangono operative a tutti gli effetti”, hanno puntualizzato la Presidente Pernazza e il capogruppo Daniele

(nella foto di copertina, i due nuovi consiglieri)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *