Sport

Umbria Ktc da applausi ai campionati italiani di kettlbell lifting. Ottimi risultati per Paolo Gagliardi e Jlenia Mariani

624

AVIGLIANO UMBRO – L’Umbria Ktc protagonista assoluta ai campionati italiani che si sono disputati a Vanzaghello, in provincia di Milano.

Paolo Gagliardi, Jlenia Mariani, ed Emanuele Conti non hanno tradito le attese, con degli ottimi risultati.

In una kermesse che ha visto all’opera 103 atleti rappresentanti di 13 associazioni sportive, c’era grande fermento per vedere all’opera la promessa dell’Umbria Ktc Paolo Gagliardi, che è stato all’altezza della situazione. L’atleta aviglianese, è arrivato secondo nella prova di biathlon, con 93 ripetizioni di slancio e 131 di strappo con un kettlebell di 24 kg. Per lui si trattava della prima partecipazione assoluta in questa specialità, e quindi il suo risultato assume ancor più rilevanza.

Sul gradino più alto del podio, invece, Jlenia Mariani, la nuova campionessa italiana di strappo della categoria 70 kg: la portacolori dell’Umbria Ktc ha realizzato 182 strappi con un kettlebell di 16 kg.

Infine, ottime notizie vengono da Emanuele Conti presidente dell’Umbria Ktc, nonché allenatore e preparatore atletico della spedizione aviglianese a questa competizione. Nel trofeo di slancio completo con un due kettlebell da 24 kg, per lui 68 ripetizioni e secondo posto.

Successivamente Emanuele Conti ha effettuato un test in vista dei mondiali di fine novembre che si svolgeranno a Milano: nella mezza maratone di slancio con un kettlebell da kg, ha totalizzato 534 ripetizioni, migliorando il suo personale record che era di 520. Questo risultato, sicuramente è di buon auspicio per il titolo mondiale, che vedrà in rampa di lancio il portacolori dell’Umbria Ktc.

Ecco le parole di Emanuele Conti su facebook relative al weekend passato:

“Famoso per non fare mai complimenti, la verita’ e’ che li faccio solo quando davvero meritati… stavolta e’ una di quelle… Complimenti a Paolo e Jlenia, ad oggi gli atleti piu’ forti della mia squadra, tra i migliori anche in italia nelle rispettive categorie, lo dicono i numeri (io guardo quelli non le medaglie, che contano relativamente poco)… Paolo sta iniziando a raccogliere i primi frutti da quando ci siamo iniziati ad allenare sul serio, da “grandi” dopo la base iniziale… primo biathlon della sua vita coi 24 kg… avevo fatto un pronostico, sapevo che lo avrebbe superato, 93 slanci e 131 strappi, totale 224 punti (a soli 6 dal candidato Master Sport), stavolta argento dietro l’altra giovane promessa del GS Yonathan, il futuro e’ d’oro per voi. Bravo davvero non solo per la prestazione, ma per atteggiamento e abnegazione negli allenamenti… la testa è quella giusta e con quella arriva tutto il resto.

Jlenia e’ stata se possibile ancora migliore… si e’ allenata duro, l’avevo preparata per lo strappo con 24 kg… ma a noi piace competere dove c’e’ folla e quindi abbiamo fatto col 16 kg dove c’erano tutte le piu’ forti in italia… lei lo e’ numeri alla mano e lo ha una volta di piu’ dimostrato con le sue 182 ripetizioni, + 22 (!!!) rispetto le 160 di terni 2014 che gli valsero oro e master sport ma con 4 anni in piu’ sulla carta d’identità’, anche stavolta prima… e’ come il vino di pregio, migliora invecchiando.

Per quanto mi riguarda ho sbattuto contro il muro del plateau (arriva prima o poi), sempre intorno a 70 slanci completi con le due da 24 kg mi aggiro.. turbigo 69, recco 69, Avigliano 71, ieri 68 con molta fatica… secondo per coefficente, perche piu’ pesante nonostante abbia fatto piu’ ripetizioni (bravo roberto, amico di lunga data). Lo sport, l’agonismo non e’ matematica… chi lo naviga da tempo lo sa.
In vista mondiale bene il test sulla mezza maratona di slancio con 24 kg fatta mezz’ora dopo (forse perche’ ancora incazzato da prima)… 534 ripetizioni, +14 rispetto al mio precedente record, media di 18/min.

Complimenti anche al mio ex allievo Gianluca per aver portato a termine la mezza maratona di strappo, bella soddisfazione in una specialita’ difficile e faticosa.
Infine complimenti a tutti gli atleti ed allenatori, il livello tecnico e prestativo sta aumentando di edizione in edizione, ed ovviamente un grazie alla Federazione Ghiri Sport Italia in capo al maestro Ilika per l’impegno profuso nell’organizzazione, senza di lui nulla sarebbe stato fatto”

Nella foto sotto,  i tre atleti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *