Acquasparta, iniziati i lavori di rigenerazione urbana nel centro storico “Fanno parte del Piano di riqualificazione del patrimonio architettonico e urbanistico"

409

Acquasparta, 24 gennaio 2024 – Sono iniziati ad Acquasparta i lavori di rigenerazione urbana che consistono nel rifacimento della pavimentazione di Corso Umberto I°, Corso Dei Lincei e Via Stelluti. Ne dà notizia l’amministrazione comunale sottolineando la necessità dell’intervento dato il “serio stato di degrado” in cui versano attualmente le principali strade del centro storico.

Le parole del Sindaco “I lavori – rende noto il Sindaco Giovanni Montani –  fanno parte del Piano di riqualificazione funzionale del patrimonio architettonico e urbanistico del centro storico. Tale piano – specifica – riguarda i vicoli, Palazzo Biagetti, parte di Palazzo Cesi e il parco giochi e più in generale si inserisce in un concetto di rilancio della cittadina. Il ritorno di attività economiche, nuovi residenti, più servizi e più attività complessive del centro storico – fa notare sempre il Sindaco Montani – sono il frutto di un progetto portato avanti fin dall’inizio e che ha come obiettivo quello di far rivivere Acquasparta come luogo di residenza e di vita, un cuore pulsante per tutto il territorio”. 

Dal punto di vista tecnico il cantiere sarà funzionale alla sostituzione dell’attuale pavimentazione in porfido rosso e basaltina con pietra arenaria “Albanera” che ha caratteristiche di durevolezza, inalterabilità e uniformità maggiori. Il materiale, fa notare il Comune, è stato scelto in modo condiviso con la Soprintendenza per dare un nuovo e più raffinato aspetto alle principali vie del corso che mostreranno, a lavori ultimati, un impatto più coerente con le cromie tipiche dei borghi Umbri.

“Ci scusiamo – dice ancora il Sindaco Montani – per gli eventuali disagi causati dai lavori ormai resi necessari per ripristinare la sicurezza pedonale e una migliore accessibilità soprattutto per gli anziani e i diversamente abili”.

(l’immagine di copertina è presa dal sito Le terre dei Borghi verdi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *