Ad Acquasparta si rivivono i fasti e gli splendori della corte rinascimentale dei Cesi Presentato un progetto di video mapping

181

ACQUASPARTA – 16 settembre 2020 – Sabato 19 settembre alle ore 21.30, ad Acquasparta, sarà possibile rivivere i fasti e gli splendori della Corte Rinascimentale dei Cesi che raggiunse il suo apice con Federico II° Duca d’Acquasparta, fondatore e principe dell’Accademia dei Lincei, naturalista e scienziato, amico e patrono di studiosi illustri quali, primo fra tutti, l’insigne Galileo Galilei.

Prima fase Verrà, infatti, concretizzata la prima fase del progetto ‘‘Palazzo Cesi: motore culturale, turistico ed economico del territorio’’ presentato dall’amministrazione comunale con il partenariato dell’Ente Rinascimento ad Acquasparta grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Terni e di Narni.

Video mapping La prima fase di tale progetto prevede la realizzazione di uno spettacolo di VIDEO MAPPING proiettato sulla facciata del Palazzo Cesi: questo splendido esempio di architettura tardo rinascimentale offre una meravigliosa superficie per la proiezione in video mapping e la colorazione molto chiara dell’intonaco della sua facciata favorisce l’accentuazione dei giochi di luce e colori mettendo in risalto gli effetti di montaggio che verranno generati nel video.

Creatività L’architettura con i suoi elementi offrirà anche diversi spunti creativi per la sovrapposizione delle immagini nelle singole aree del prospetto contraddistinte dalle aperture delle finestre e dal grande portone di ingresso.

I dettagli Il video tratterà dei molteplici temi relativi alla prima Accademia dei Lincei, con un taglio prettamente emozionale e dall’effetto scenografico. Una narrazione coinvolgente porterà lo spettatore attraverso veloci sequenze di immagini indietro nel tempo alla scoperta dei protagonisti della famosa rivoluzione scientifica che si è svolta dal 1603 al 1630 ad Acquasparta presso Palazzo Cesi. La proiezione in video mapping (della durata di 5 minuti circa in una serie di ripetizioni intervallate) vuole costituire un vero e proprio evento scenografico di intrattenimento e vuole costituire un’anteprima di quello che negli anni prossimi potrà diventare un evento fisso di grande interesse e per il quale si ipotizza una durata dello spettacolo di circa 30 minuti da ripetere su quattro giornate all’interno del palinsesto della Festa del Rinascimento. L’evento sarà un’attrazione di sicuro richiamo non solo locale ma interregionale e nazionale e potrà veicolare al meglio l’offerta turistica di tutto il territorio del ternano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *