Avigliano, sgravi fiscali per cittadini e imprese: la Tari annuale diminuisce del 25% Le parole dell'assessore al bilancio Daniele Gentili

287

AVIGLIANO UMBRO – 2 ottobre 2020 – Anche il Comune di Avigliano Umbro viene incontro alle attività che hanno maggiormente risentito del lockdown per l’emergenza covid-19. L’amministrazione Conti ha infatti deciso di non far pagare alle attività il 25 per cento del costo annuale della tariffa rifiuti, equivalente a tre mesi di esenzione. Le risorse non incamerate, precisa l’amministrazione, verranno coperte con fondi di bilancio comunale. Il Comune ha inoltre confermato e rifinanziato il sostegno alle fasce più deboli riguardo il pagamento della Tari per aiutare quei cittadini che versano in condizioni di disagio sociale ed economico.

Le parole dell’assessore al bilancio “Questa forma di sostegno- spiega l’assessore al bilancio Daniele Gentili (nella foto sotto)- è stata introdotta da questa amministrazione fin dal suo insediamento e viene confermata anche quest’anno con uno stanziamento maggiore”. Sempre Gentili precisa poi che sulla Tari la rata a saldo, per tutti i contribuenti, verrà emessa con la possibilità di suddividere il pagamento in due periodi, settembre e gennaio 2021, come già avvenuto per l’acconto. “Un grande sforzo dell’amministrazione per dimostrare attenzione, vicinanza e sostegno alle fasce maggiormente colpite dalla pandemia e quelle in difficoltà”, conclude l’assessore al bilancio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *