Collicello, una ‘suggestiva’ gara podistica notturna

COLLICELLO – Venerdi prossimo 26 luglio torna la manifestazione annuale  “NOTTURNA SUL PERCORSO CIRCOLARE DI COLLICELLO”, un progetto che e’ alla ventesima edizione ed e’ nato dalla collaborazione tra la Pro-Loco, l’Amatori Podistica Terni e la FIASP. La Pro-Loco anche quest’anno l’ha voluta fortemente mantenere nei programmi della festività patronali. Come è noto il percorso è permanente ed è aperto dal primo febbraio al trenta settembre. Un percorso altamente naturalistico che si snoda fra le dolci colline intorno a Collicello di Amelia in una zona incontaminata e di una tranquillità francescana senza pari e che rappresenta una testimonianza attendibile della cultura, della storia, dell’ambiente, delle tradizioni della gente umbra.

Paesaggi suggestivi Di particolare rilevanza il passaggio per lo “SPECO FRANCESCANO” dove è possibile visitare l’angusta “GROTTA” nella quale, narra la storia-leggenda, si fermava a pregare S. Francesco d’Assisi. Più oltre si scoprono i ruderi del “CONVENTO BENEDETTINO”, da alcun bellissimi intatti particolari si può immaginare il passato splendore architettonico di tutta la costruzione. E poi via verso il belvedere “SASSO DELLA MORTE”, la “PIANA DI MONTE PIGLIO”, il “BOSCHETTO DELLA PETRAIA”, la “TROSCIA DI PATRIGNONE”, il “FONNO DI ZACCANEBBIA”, il “CANNETTO DEGLI SPIRITI” tra cavalli allo stato brado, allevamenti di daini e caprioli, greggi di pecore, riserve di cinghiale e profumo di funghi. Di particolare interesse le tante “doline” (chiamate dalla gente “Cannetti” seguiti dai nomi più disparati) presenti lungo il percorso che confermano il territorio amerino come una delle più importanti zone carsiche dell’Italia centrale.

Le rovine del Castello Canale In prossimità dell’abitato di Collicello, al termine dell’escursione, si scoprono le rovine del “CASTELLO DI CANALE” che fu residenza del Conte Altobelli di Chiaravalle. Un complesso molto articolato, poco noto ai più perché dislocato su una collinetta con folta vegetazione e lontano dalla strada, ma ricco di storia e di fascino. Le possenti torri e il centro storico di Collicello annunciano la fine di questa meravigliosa escursione.

Due sono i tracciati di 4 e 10 chilometri, sentieri che si snodano nei fitti boschi di leccio, ma che per la camminata in notturna si affrontera’ solamente quello piu’ breve. Al termine di questo impegno sportivo, tutti i partecipanti potranno assaporare le prelibatezze della sagra della polenta alla carbonara e del cinghiale alla colcellese oltre alla sagra della fava cottora dell’amerino, inserita nel programma dei festeggiamenti in onore della Madonna delle Grazie.

Appuntamento quindi a venerdi sera 26 luglio alle ore 20,00 nella piazza del paese di Collicello dove sarà possibile iscriversi all’iniziativa gratuitamente.

Programma

Ore 20,00 –     Raduno a Collicello;

Ore 20,30 –     Iscrizione gratuita dei partecipanti nella Piazza di Collicello;

Ore 21,00 –     Partenza, muniti di torce elettriche, per il percorso circolare;

Ore 22, 15-     Cena presso lo stand gastronomico, ballo e festa finale.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *