Eventi

Grotta bella e affreschi di Pier Matteo d’Amelia da visitare Domenica 19 marzo iniziativa dei 'Percorsi dell'Amerino'

1.898

Una serie di percorsi per aumentare l’afflusso di visitatori nelle bellezze storiche, culturali e artistiche del territorio: questo l’intento di un progetto che è partito a gennaio del 2017, e che coinvolge diversi comuni dell’Amerino, tra cui Avigliano Umbro.

Domenica 19 marzo 2017, c’è un percorso escursionistico che si sviluppa tra le frazioni di Toscolano e Santa Restituta, con la possibilità di visitare la Grotta Bella di Santa Restituta e gli affreschi del pittore Pier Matteo d’Amelia nella chiesa di Toscolano.


Il sentiero, quindi, si snoderà sulle pendici del monte Castraiolo, ad altezze differenti, l’andata più in alto (altezza massima 650 metri sul livello del mare), il ritorno più in basso (da 560 a 581 sul livello del mare) che collega i due borghi di Toscolano e Santa Restituta, con una deviazione di circa 2 km da Santa Restituta per raggiungere il sito della Grotta Bella, un raro gioiello, che grazie alla volenterosa disponibilità degli organizzatori dell’evento, può essere visto dai turisti .

L’escursione dura tra le 4 e le 5 ore, e quindi c’è la possibilità di abbinare delle tappe in dei luoghi importanti a livello culturale per il territorio, e nello stesso tempo ammirare dei paesaggi mozzafiato.

L’iniziativa, nello specifico, è realizzata dal Comune di Avigliano Umbro, in collaborazione con il circolo ‘Anspi’ di Toscolano, e l’associazione ‘Il Laboratorio del Paesaggio’. Per coloro che vogliono aderire bisogna mettersi in contatto con Enzo Santori (339-2987418), Alvaro Luzi (3331-8635473), entro le 9 di domenica 19 marzo 2017.

Da questo progetto, si  stanno gettando le basi per un’altra idea. Gli intendimenti, infatti, sono quelli di far conoscere le bellezze dell’Amerino anche all’estero, proponendo possibilità di vere e proprie esperienze turistiche, valorizzando le peculiarità dei monumenti artistici e del paesaggio, e nello stesso tempo si vuole sfruttare i trend più dinamici del turismo mondiale, ovvero quello legato allo sport, al benessere, e all’esperienza.

Quindi, l’obiettivo è quello di creare un percorso unico di sentieri montani, sterrati di campagna, cammini religiosi, dentro paesaggi ricchi di storia, cultura, e tradizione enogastronomica. Infatti, per la prima volta, 10 comuni dell’amerino creano un’infrastruttura naturale permanente per chi ama camminare, correre, pedalare, e andare a cavallo.

Prossimo appuntamento dell’iniziativa sarà il 4 giugno nel comune di Avigliano, quando si potrà visitare la Foresta Fossile di Dunarobba.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *