Paola Torcolini, la fiaba “Il lupo e la libellula” arriva a Roma Est I dettagli

818

ROMA 5 GENNAIO 2024-

“HO AVUTO IL PIACERE DI PRESENTARE LA FIABA IL LUPO E LA LIBELLULA PRESSO L’ENS (ente nazionale sordi) DI ROMA. RITORNO NEL QUARTIERE DOVE HO VISSUTO PER 30 ANNI , L’EMOZIONE DI RITROVARE I MIEI RICORDI, TANTISSIMI E TUTTI MOLTO BELLI. NON AVREI MAI IMMAGINATO CHE SAREI RITORNATA IN QUESTO QUARTIERE IN VESTE DI AUTORE. LE EMOZIONI QUELLE BELLE, COME PER INCANTO SI MOLTIPLICANO, PERCHE’ OGGI ,  IL PUBBLICO E’ DAVVERO SPECIALE. HO L’ONORE DI ESSERE ACCOLTA DA TANTI  BAMBINI SORDI, CURIOSI, ENTUSIASTI DI ASCOLTARE (attraverso la vista) LA FIABA. UN REGALO DI GRANDE SPESSORE , LEGGERE E INTERPRETARE (insieme ai giovani lettori) LA FIABA IN LIS (lingua dei segni italiana). I RAGAZZI  MI HANNO TRASMESSO EMOZIONI CHE NON POSSONO ESSERE SPIEGATE A PAROLE , BISOGNEREBBE VIVERLE. MI HANNO ACCOLTO E COMUNICATO (come soltanto i bambini sanno fare)  UN SENSO DI INCLUSIONE ALTISSIMO; SONO STATI CAPACI DI UTILIZZARE LA STESSA TENEREZZA CHE  AVEVO PENSATO QUANDO HO SCRITTO LA FIABA. NEL SILENZIO DEI LORO SEGNI  E LA DOLCEZZA CHE AFFONDA  E ACCOMPAGNA LA  MIMICA GESTUALE , HANNO  SAPUTO RACCONTAE E VISIBILMENTE TRASMETTERE EMOZIONI   DA FAR VENIRE I BRIVIDI. DOPO IL LABORATORIO SENSORIALE (realizzato esclusivamente in Lis) I GIOVANI LETT ORI MI HANNO RIVOLTO MOLTISSIME DOMANDE E CURIOSITA’ CIRCA  I  PERSONAGGI DELLA FIABA E IL TERRITORIO UMBRO. QUESTA ESPERIENZA SI RIPETERA’ PRESTO IN ALTRI CONTESTI E IN DIVERSE CITTA’ E REGIONI. IL MIO OBIETTIVO E’ QUELLO DI PRESENTARLA PRESSO  L’UICI (unione dei ciechi e degli ipovedenti), PER POTER AMPLIARE L’IDEA DI INCLUSIONE  SCOLASTICA E SOCIALE. Desidero ringraziare il consigliere ENS DI ROMA SIG. GIOVANNI BATTAFARANO per aver promosso  e organizzato con particolare cura l’evento.”

PAOLA TORCOLINI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *