Transameria, fa centro: bikers e trackers da tutto il mondo per ammirare il paesaggio

AMELIA –  Si è conclusa l’altro ieri (9 giugno 2019 con successo la prima edizione di Transameria che promuove il turismo naturalistico attraverso l’antica via Amerina. Biker e trackers sono partiti da Amelia (Porta Romana e Piazza Matteotti) per raggiungere Todi attraverso un cammino che passa anche per Avigliano Umbro e Montecastrilli. Transameria, che si è svolta dal 6 al 9 giugno, è organizzata dall’associazione Uncover Umbria in collaborazione con il Comune di Amelia e gli altri Comuni del percorso. I gruppi sono partiti da Porta Romana e Piazza Matteotti dopo aver pernottato in città provenienti da Todi ed essere stati salutati dagli assessori Avio Proietti Scorsoni e Antonella Sensini.

Il commento “Transamelia – dicono i due assessori – è un ottimo veicolo promozionale e un ulteriore passo per la scoperta turistica di Amelia e dei territori che tocca il percorso, avendo, oltre alla valenza sportiva e naturalistica, anche storia, arte e religione”.  Transameria ripercorre un antico sentiero, il cui tracciato ricorda la forma di un 8, della lunghezza di oltre 80 chilometri, riservato a cavalieri, ciclisti e camminatori. Si snoda lungo la via Amerina, un’importante via di collegamento, sia in epoca romana che nel Medio Evo, tra Roma e le principali città umbre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *