Opinioni

Un Natale ‘culinario’ all’insegna di anatra all’arancia e panpepato

876

AVIGLIANO UMBRO – Dopo i consigli della ‘Rita Frasca’ in tema di cucine natalizie, ecco quelli di ‘Sapori da Sapere’, una delle associazioni enogastronomiche più importanti del territorio. Lo staff ci propone l’anatra all’arancia, indicandoci anche le ‘istruzioni’ anche come prepararla.

Le istruzioni Innanzitutto bisogna disossare l’anatra da grasso e da eventuali piumette, sciacquarla bene sotto acqua corrente dentro e fuori, asciugandola con un panno da cucina.Successivamente c’è preparare il ripieno di carne macinata di vitello, con polpa di arancia a pezzettini: una volta condita con sale, pepe e olio, aggiungere pane grattuggiato e uovo per far reggere l’impasto, che va poi cotto in padella, prima di unirlo all’anatra.  L’anatra va arrotolata, aiutandosi con uno spago elastico per alimenti, e poi cotta mettendo sopra del succo d’arancia spremuto insieme all’olio.  Mezz’ora in forno, e poi il fondo di cottura va recuperato, sgrassato e messo in frigo. All’anatra cotta bisogna aggiunge del succo d’arancia, con del brandy bollito per 5 minuti. Si aggiungono poi delle patate tagliate a fette, cotte alla stessa temperatura dell’anatra che voi vanno messe nel fondo di cottura, e il piatto è pronto per essere servito.

Il panpepato IGP Nella tavola dell’associazione ‘Sapori da Sapere’ non manca poi il panpepato ternano, che sarebbe il primo in provincia a ottenere questo riconoscimento, ovvero l’IGP (indicazione geografica protetta). Le prime tracce di questo dolce risalgono al 1800, realizzato con ingredienti all’epoca rari e costosi, quali le spezie e il cioccolato.  Ebbene, il panpepato ternano sta avviando un percorso verso l’IGP. Per prepararlo occorrono noci, nocciole, mandorle, pinoli, cioccolato fondente, frutta candita (arancia e cedro), uva passa, miele, caffè liquido, cacao amaro in polvere, pepe, cannella, noce moscata, mostocotto, farina e liquore.

La ricetta Una ricetta antica che prevede di tostare la frutta secca in forno per 10 minuti e metterla in un recipiente in grado di contenere il resto degli ingredienti. Occorre poi sciogliere il cioccolato a bagnomaria o a microonde insieme al miele, il mosto cotto e il caffè, aggiungendo cacao, spezie, farina e liquore. C’è da lavorare l’impasto, creando dei panetti: il tutto si cuoce in forno a temperatura di 180 gradi per 15 minuti. Si lascia raffreddare almeno per una notte, e si confeziona con il cellofan, la pellicola o altri materiali per alimenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *