Raccolta differenziata, ad Avigliano valori intorno al 70%

AVIGLIANO UMBRO – 21 giugno 2018 –  Si attesta al 69,2% la raccolta differenziata nell’anno 2017 nel comune di Avigliano Umbro. I dati regionali sono stati resi noti ieri (martedì 20 giugno 2018) nel corso di una conferenza stampa, dall’assessore all’ambiente  Fernanda Cecchini.

 Valori sopra la media nazionale “Il valore di raccolta differenziata raggiunto, pari al 61,8 per cento, superiore alla media nazionale, comunque ci soddisfa – ha rilevato l’assessore – poiché rappresenta un grande balzo avanti dal 50,6 del 2015. A guadagnarci, ed è l’obiettivo che ci siamo posti e ci poniamo, è il miglioramento della qualità della raccolta differenziata”.   “Siamo soddisfatti – ha proseguito – e abbiamo un’ulteriore conferma dell’importanza delle indicazioni stringenti date dalla Regione ai Comuni, con delibera del gennaio 2016, circa la riorganizzazione dei servizi di raccolta, dai dati eccellenti del sub-ambito 4, in cui ricadono Terni e Orvieto, che con la domiciliarizzazione della raccolta ha fatto registrare in breve tempo un aumento del 17% di raccolta differenziata”.

Alcuni dati. La produzione totale dei rifiuti è risultata pari a 452.245 tonnellate, in calo rispetto al 2016 di 19.217 tonnellate (-4,08%). Si evidenzia la ripresa sostenuta del trend di decrescita che si era evidenziato nelle annualità 2010-2015, con un sostanzioso incremento della percentuale di decrescita. Dal 2010 ad oggi si è assistito ad un calo nella produzione totale dei rifiuti prossima a 100.000 tonnellate (97.000 tonnellate), pari ad una riduzione percentuale del 17,6%. Un calo da ricondurre a due fattori: la riduzione dei consumi a causa della sfavorevole congiuntura economica degli ultimi anni e la riduzione dei rifiuti quale effetto dell’incremento della raccolta differenziata. Tutti i sub-ambiti indicano riduzione nella produzione, come non accadeva dal 2013. È il sub-ambito 4 (in cui sono ricompresi Terni, Orvieto, Narni) che registra il calo più significativo (-7,5%), più che doppio rispetto a quello del 2016.  La riduzione della produzione si riverbera anche sulla produzione pro-capite: si passa dai 529 kg/abitante del 2016 a 509 kg/abitante del 2017.

La raccolta differenziata e la percentuale di Avigliano Il valore di percentuale di raccolta differenziata, pari a 61,8%, risulta lusinghiero ed è superiore alla media nazionale, ma non è stato conseguito l’obiettivo – pari al 65% – di raccolta differenziata (previsto dall’art. 20 della Legge regionale 11/2009). Ciò comporta sia l’applicazione della sanzione per il mancato raggiungimento dell’obiettivo di raccolta differenziata, (così come disciplinato dall’art. 21 della l.r.11/2009), sia l’applicazione, relativamente alla cosiddetta Ecotassa, di un’addizionale in misura fissa del 20% al tributo a carico dei Comuni che non hanno raggiunto l’obiettivo del 65% di raccolta differenziata, ovvero di una riduzione del tributo, compresa tra il 30% e il 70%, in funzione della quota percentuale di superamento del livello di raccolta differenziata a favore dei Comuni che invece hanno raggiunto l’obiettivo del 65 per cento: Avigliano Umbro rientra in questo ultimo ‘range’.

Brevi considerazioni Il nostro paese, quindi, si dimostra uno dei comuni più virtuosi che ha raggiunto e superato la media regionale: per questo motivo, come ha ribadito l’assessore all’ambiente ‘ci saranno sgravi (non si sa di quale natura o grandezza) per gli altri municipi che non hanno superato il 65% di raccolta differenziata ci saranno sanzioni: l’obiettivo è arrivare a quota 70%. Per questo motivo, quindi, l’Amministrazione comunale’ ringrazia tutti i cittadini per il loro impegno e senso civico che va verso un costante incremento della raccolta differenziata’

Altri aspetti In tema di rifiuti, come già segnalato e discusso nel recente consiglio comunale, è stato ripristinato il passaggio aggiuntivo per la raccolta dei pannoloni per ulteriori 3 mesi (http://www.aviglianonews.it/consiglio-comunale-focus-su-pannolini-e-pannoloni-e-altri-temi-allordine-del-giorno/). Inoltre, come sottolineato ieri, con la firma del patto per la Sicurezza (http://www.aviglianonews.it/patto-per-la-sicurezza-ufficiale-ladesione-di-avigliano-video-sorveglianza-in-diverse-zone/, è stato presentato un progetto per la videosorveglianza per il centro di raccolta di vocabolo Rena.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *