Al Salone Internazionale del libro di Torino Avigliano Umbro e la sua Foresta L'opera realizzata da Massimo Manini

184

AVIGLIANO UMBRO – 16 maggio 2022 – In occasione della XXXIV edizione del Salone Internazionale del Libro di Torino, la più importante manifestazione italiana nel campo dell’editoria che si aprirà giovedì 19 maggio, Gambini Editore sarà presente con gli autori e le opere che meglio la rappresentano.

Il racconto di Manini Tra questi, all’importante Salone torinese, anche “Gli alberi che parlavano agli uomini sordi”, il racconto scritto da Massimo Manini e ispirato a quella Foresta Fossile di Dunarobba posta nel cuore dell’Umbria. Un poetico messaggio di riconciliazione tra uomo e ambiente che affida all’empatica amicizia tra un vecchio e una bambina la speranza di saper cogliere il “grido muto” della natura: l’unica voce che può indicare agli uomini la possibilità d’intravedere un nuovo e armonioso futuro.

Progetto interdisciplinare Massimo Manini, oltre che autore, attore e regista di Teatro e Cinema è l’ideatore, Presidente e Direttore Artistico di Surgente, la prima Cooperativa di Comunità dell’Umbria: un innovativo e visionario progetto interdisciplinare pensato per il rilancio economico e culturale della Foresta Fossile di Dunarobba e del territorio di Avigliano Umbro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *