Auto d’epoca a Dunarobba: un evento per ricordare i caduti della miniera e sensibilizzare alla sicurezza nei luoghi di lavoro

AVIGLIANO UMBRO – 22 maggio 2019 – Una giornata per sensibilizzare alla sicurezza nei luoghi di lavoro. È questa l’idea che l’Associazione “Amici di Piero Gauli”, in collaborazione con il Laboratorio del Paesaggio, la Pro Loco di Dunarobba e la cooperativa Surgente, proporranno il prossimo sabato, 25 Maggio 2019, presso la Foresta Fossile di Dunarobba. L’evento è stato organizzato nell’ambito della undicesima  giornata nazionale delle miniere e dei festeggiamenti in onore di Santa Vittorina, ricorrenza che cade proprio il 25 Maggio.

Il raduno di auto d’epoca e il ricordo di Erardo Sculati L’evento di maggiore risonanza della manifestazione è sicuramente il raduno di auto d’epoca, organizzato presso la Foresta Fossile, e che toccherà l’intero territorio del Comune di Avigliano, grazie ad un giro turistico che, partendo da Dunarobba, attraverserà il centro abitato di Avigliano, per poi spostarsi lungo le diverse frazioni di Sismano, Toscolano e Santa Restituta, fino a ritornare a Dunarobba, dove, presso le strutture della Sagra della Lepre, verrà predisposto un pranzo. Nel pomeriggio sarà poi possibile visitare – a prezzo ridotto per i partecipanti al raduno – la Foresta Fossile, che proprio nei giorni scorsi è stata designata come una delle venti location più belle d’Italia.  “Il raduno – ci spiega Paola Venturi, presidente del Laboratorio del Paesaggio – è stato pensato per onorare la memoria del caro amico Erardo Sculati, compagno di guerra di Piero Gauli e figlio di uno dei primi gestori della miniera di Dunarobba. L’idea di onorare la sua memoria in questo modo ci è venuta pensando al grande sentimento che lo stesso Erardo aveva nei confronti della scuderia Ferrari e del suo fondatore Enzo Ferrari”. Ed è proprio Enzo Ferrari che lo descrive come un abile pilota su Lancia alle Mille Miglia, nonché come grande direttore sportivo alla Ferrari nell’anno in cui Fangio vinse uno dei suoi cinque titoli mondiali.

Sensibilizziamo alla sicurezza nei luoghi di lavoro Ma l’obiettivo principe della giornata è sicuramente quello di sensibilizzare le persone verso la sicurezza nei luoghi di lavoro, un concetto sempre attuale, soprattutto considerando che nel solo 2019 sono ben 252 i lavoratori morti nei luoghi di lavoro (una media di quasi 3 morti al giorno). E proprio per questo motivo, l’associazione culturale “Laboratorio del Paesaggio” ha deciso quest’anno di realizzare una targa commemorativa in onore dei 5 caduti nella miniera di Dunarobba (Federico Brizioli, Dermete Pacifici, Nello Raggi, morti nell’incidente del 1942; Bernardino Vitali, morto nell’incidente del 1947; Carlo Lattanzi rimasto vittima dell’incidente in fornace del 1957). Di seguito le parole di Paola Venturi: “Sono diversi anni che abbiamo in progetto la realizzazione di un monumento in ricordo dei nostri cari venuti a mancare durante il lavoro in miniera, ma ogni anno tra i mille impegni finiamo sempre per rimandare all’anno successivo. Quest’anno invece abbiamo deciso di realizzare questa targa, che sarà posizionata nel centro Gauli, all’ingresso della Foresta Fossile, proprio per ricordare a tutta la popolazione questi personaggi e sensibilizzare la gente verso una maggiore sicurezza nei luoghi di lavoro”.

Come Eravamo Due Durante la mattinata verrà anche presentata la seconda edizione aggiornata del libro Come Eravamo, scritto da Antonio Spadini, presidente del Centro Studi Gauli, che racconta delle memorie della miniera e della fornace di Dunarobba, ripercorrendo l’intera storia del piccolo, ma importante, borgo umbro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *