Cronaca

“Basta allarmismo mediatico” L'intervento del presidente della Cri di Avigliano Umbro

676

Riceviamo e pubblichiamo l’intervento del presidente della Croce Rossa Italiana sezione di Avigliano Umbro, Matteo Sciarrini

“Rispetto a tutte le notizie che stanno girando in questi giorni sui giornali rispetto al Centro di Prima Accoglienza per Migranti aperto in Loc. “La Cristalla” nel Comune di Avigliano Umbro è opportuno fare chiarezza.

Come prima cosa l’assegnazione di Migranti è stata fatta direttamente dalla Prefettura di Terni dopo aver ricevuto la disponibilità del proprietario della struttura. Trattandosi di una situazione di “Emergenza” e quindi con affidamento diretto senza gara di appalto la gestione poteva essere affidata esclusivamente a Enti preposti tra cui la Croce Rossa Italiana a cui compete per statuto l’assistenza alle fasce più vulnerabili.

L’Amministrazione Comunale ha seguito da vicino l’evolversi della situazione senza però essere chiamata in causa perchè tutto gestito dalla Prefettura. L’affidamento è temporaneo in attesa di gara di appalto e trattandosi di una situazione di “Emergenza” non sono rispettati nemmeno i numeri descritti negli articoli precedenti.

Tornando alla nostra questione nel nostro centro accoglienza sono arrivati martedi mattina  25 migranti,  7 donne, 18 uomini e 1 bambina di 4 anni.C’è anche una coppia di giovani sposi in attesa del 1 figlio che dovrebbe nascere entro la fine dell’anno.La situazione all’interno del centro è tranquillissima e non si è registrato alcun tipo di problema con i migranti. La CRI ha provveduto ad inserire dei mediatori culturali che si occupano della gestione giornaliera del centro, lasciando cosi alterate le attività dei Volontari sul Territorio.

L’unico problema che si registra sono le notizie false e senza alcun fondamento che ogni giorno qualcuno si diverte a mettere in giro su fughe di massa o qualt’altro possa generare allarmismo tra i cittadini ma ripeto sono tutte notizie false.Nei prossimi giorni sicuramente qualcuno lascerà il centro di accoglienza ma per raggiungere parenti già stabiliti in Italia che si trovano a Roma e Milano.Si invitano quindi i cittadini a non dare peso alle notizie che girano per i bar ma a rivolgersi direttamente alla CRI per ogni ed eventuale dubbio o chiarimento. ”

Il presidente della Croce Rossa Italiana Comitato di Avigliano Umbro

Matteo Sciarrini

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *