Consiglio Comunale: Polizia Municipale e le dimissioni di Cricchi da ‘Avigliano Umbro Insieme’

AVIGLIANO UMBRO – 31 luglio 2019 – La seduta del consiglio comunale del 30 luglio 2019 – Prima Parte

Vigile Approvati ad unanimità i verbali della seduta precedente, si è passati al punto 2, ovvero l’interrogazione del gruppo ‘Aria Nuova’ alla giunta riguardo il servizio di Polizia Municipale. Il sindaco Luciano Conti ha spiegato a Pelini e Morelli dell’opposizione che ” dopo il non proseguimento dell’accordo con i comuni di Baschi e Montecchio,abbiamo pensato ad bando di mobilità esterna per avere un nuovo vigile, ma non è andato a buon fine. Contemporaneamente abbiamo ragionato alla possibilità di fare un servizio associato con il Comune di Montecastrilli ma per vari motivi questa soluzione non si è concretizzata. Per adesso, possiamo dire che sarà in servizio dal 1° agosto per 2 mesi un vigile urbano proveniente da Graffignano, e poi provvederemo ad effettuare altre procedure per l’assunzione di un nostro vigile”

E’intervenuto sul tema anche l’assessore Gentili, il quale ha detto: ‘Vorrei ricordare che nel 2018 il nostro comune ha dovuto affrontare importanti e numerosi cambiamenti per i dipendenti  che potevano creare inevitabilmente problemi all’ente, nonostante  questo abbiamo garantito tutti servizi ai nostri cittadini e abbiamo iniziato le procedure per l’assunzione delle varie figure. Per quello che riguarda il vigile nel 2018 non era possibile fare il concorso e  all’inizio del 2019 abbiamo richiesto la mobilità prima per un D. a 18 ore e poi per D. a tempo pieno tutte le due mobilità sono terminate con esiti negativi ora siamo costretti a trovare altre soluzioni per assumere un nostro vigile. Il sindaco poi, ha riflettuto sul fatto’ che l’importante è rispettare le regole, e i cittadini di Avigliano negli ultimi tempi lo stanno facendo. A noi interessa che i vigili non facciano multe, bensì siano figure di supporto e di aiuto alla popolazione’. Roberto Morelli di Aria Nuova si è ritenuto soddisfatto della risposta all’interrogazione “anche se ci chiediamo ancora come mai la macchina dei vigili urbani era rimasta a Montecastrilli”

Cottolengo – Luca Cricchi (il primo a destra nella foto sotto) esce dal gruppo ‘Avigliano Umbro Insieme ‘ Si è aperta poi una discussione sulla mozione relativa alla scuola dell’infanzia: i membri di ‘Aria Nuova’ l’hanno ritirata. Ha poi chiesto la parola il consigliere di maggioranza Luca Cricchi, il quale, ha affermato: ‘Non condividendo la posizione espressa dalla maggioranza sulla questione del Cottolengo, ho deciso di uscire dal gruppo ‘Avigliano Umbro insieme’. Fin dai primi tempi in cui si è proposto il tema del cottolengo, ho sempre sollecitato una presa di posizione della maggioranza che non c’è stata. Credo che sbagliare è umano, perseverare è diabolico. Mi scuso con i genitori e con i cittadini per avere sbagliato anche io, si poteva fare di più e meglio a mio parere’.

Ha risposto al consigliere Cricchi, Luca Longhi di ‘Avigliano Umbro Insieme’: “ La lentezza decisionale sul cottolengo da parte dell’Amministrazione è legata alla macchina burocratica: non potevamo esprimerci prima di avere delle notizie certe dall’istituto di Torino che aveva la struttura, dalla Regione Umbria e dall’Ufficio Scolastico Provinciale. L’assegnazione ufficiale di un collaboratore scolastico per una delle due strutture l’abbiamo saputa 15 giorni fa. Risultava poi difficile avere un unico codice meccanografico per una sola scuola in tempi molto brevi. E poi c’era da considerare la programmazione triennale, oltre che gli organici di diritto e di fatto. Per questo motivo, in tempi molto ristretti abbiamo scelto di avere due sezioni di scuola dell’infanzia, una a Sismano e l’altra ad Avigliano, visto che non potevamo individuare, sulla base di quanto espresso precedentemente, un’unica struttura dove ospitare l’asilo. A mio parere, però questi temi si possono e affrontare rimanendo nel gruppo di maggioranza, non uscendo, sicuramente la pensiamo diversamente’.

Gli altri pareri Anche il vice sindaco Pacifici ha detto che ‘magari si possono non condividere certe posizioni, ma è esagerato uscire dal gruppo’. Vicinanza al consigliere Cricchi da parte della minoranza, con Simone Pelini che ha ‘apprezzato il suo coraggio’.Il sindaco Luciano Conti parla invece di conseguenze inevitabili per Cricchi ovvero ‘ non partecipare ai lavori dei gruppi. Anche io – ha aggiunto il sindaco – alcune volte ho idee diverse dagli altri, i quali però sostenendo tesi diverse dalle mie mi convincono a cambiarle, e non penso minimamente di uscire dal mio gruppo. E’ quindi certo, un atto di coraggio ma a suo danno. Sulla questione cottolengo aggiungo che 25 famiglie hanno chiesto l’iscrizione dei propri figli a Sismano, 25 ad Avigliano: come amministrazione abbiamo ascoltato tutti, compresa la minoranza che non ci ha ancora indicato nessuna proposta’.

Nella giornata di domani pubblicheremo la seconda parte dei lavori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *