Giornata umbra della cultura dell’olio e del vino: tutti soddisfatti per l’evento nella Foresta Fossile

AVIGLIANO UMBRO – 12 maggio 2019 – Una Foresta Fossile ‘rinnovata’ ha ospitato ieri la giornata nazionale della cultura dell’olio e del vino.

Primi interventi In primis va enunciata la location e l’organizzazione. Un panorama suggestivo  a Dunarobba, per una serie di eventi che si sono svolti in maniera del tutto perfetto. Tutto è cominciato intorno alle 10.30 con un convegno organizzato dall’Associazione italiana ‘Sommelier’: dopo i saluti del sindaco Luciano Conti che si è soffermato sull’importanza che ‘riveste il sito archeologico di Dunarobba a livello nazionale e non solo, ed è da valorizzare’ il primo cittadino ha ricordato anche che l’iniziativa di ieri ‘rientra nel panorama di eventi correlati alla Maratona dell’Olio, manifestazione che si terrà ad Avigliano dal 25 al 27 ottobre di quest’anno’.

Sommelier Spazio poi a Sandro Camilli, dell’Associazione Italiana Sommelier il quale ha detto che ‘grazie al lavoro di tutti si è raggiunto un ottimo risultato”. Si è ‘fatta’ squadra’ nel vero senso della parola: un lavoro ‘certosino, frutto della collaborazione tra Comune di Avigliano, cooperativa ‘Surgente’ , Protezione Civile e altri volontari che sono riusciti nell’intento di realizzare una kermesse all’altezza della situazione.

Altre parole Da sottolineare poi l’intervento di un funzionario del Ministero dell’Agricoltura che ha fornito i dati relativi alla produzione e all’importanza dell’olio e del vino in Italia. Hanno parlato poi, alcuni rappresentanti dei Comuni che fanno parte insieme ad Avigliano della Maratona dell’Olio. I presenti, poi, hanno potuto ammirare il sito archeologico tramite le visite guidate, dove saltava all’occhio il nuovo rivestimento per i tronchi.

Degustazione Dopo il pranzo nel museo di Palentologia (nel quale gli ospiti hanno potuto degustare i prodotti tipici umbri, in particolare quelli locali) c’è stata la degustazione dell’olio e dei vini a cura dell’associazione italiana Sommelier (bottiglia di vino dedicata a Dunarobba)

L’Amministrazione comunale “Per noi fare squadra è importante – sottolinea l’Amministrazione Comunale – e anche questa volta ci siamo riusciti. Per noi il circuito turistico che si sta creando intorno alla Maratona dell’Olio, coinvolgendo associazioni di volontariato, produttori e amministrazioni locali sta diventando realtà.

La cooperativa Surgente Ecco anche le considerazioni della Cooperativa ‘Surgente’: “ Il successo della manifestazione di ieri, in occasione della Giornata Nazionale della Cultura del Vino e dell’Olio, è stato riconosciuto da tutti: anche da persone estranee all’evento. Hanno colpito la vitalità, la dinamicità, la gioia, l’energia e l’accoglienza riservata, non solo agli ospiti convenuti per il convegno, ma anche alle scuole provenienti da Roma e ai tanti turisti occasionali, che ieri si sono trovati a loro insaputa, al centro di un’organizzazione che non ha trascurato nessuno ed è riuscita ad essere a disposizione di tutti.

Ringraziamenti Oltre ai rappresentanti del Comune di Avigliano Umbro e al personale della Cooperativa di Comunità Surgente, particolarmente attiva su tutti i fronti, gli operatori della Protezione Civile che hanno garantito gli aspetti legati alla sicurezza. Grande importanza ha avuto anche l’accoglienza affidata a tre ragazze di Avigliano, brave e preparate nel fare gli onori di casa. Un grazie anche all’Associazione Centro Studi Piero Gauli, che ha permesso ai presenti, la fruibilità alle opere dell’artista esposto. La presenza della RAI e del giornalista Antonio Barillari con cui prosegue la collaborazione, hanno messo il sigillo su un appuntamento riuscitissimo, deliziato dalle degustazioni di vino e olio curate dall’Associazione Nazionale Sommelier e al pranzo offerto ai partecipanti, allestito nel Museo di Paleontologia Vegetale da un ristorante della zona. Il tempo che ha retto e il bellissimo clima, rilassato e sereno delle persone, hanno fatto il resto.

Rilancio del territorio Su tutto, la professionalità e le idee proposte, fresche e innovative, interdisciplinari, che stanno dando vita non solo ad un rilancio culturale del Turismo e del Paesaggio, di cui necessita il nostro Territorio, ma avviando collaborazioni future per altri grandi eventi già richiesti. Un banco di prova, quello di ieri, particolarmente impegnativo su più fronti, ma ampiamente superato grazie a quanto scritto sopra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *