EventiTerritorio

Il compleanno della Croce Rossa di Avigliano, l’omaggio a tutti i volontari della comunità

794

AVIGLIANO UMBRO Festa grande Questa mattina, 14 Gennaio 2018, durante la consueta messa delle 11.30 si è tenuta la celebrazione per i 23 anni di attività della Croce Rossa di Avigliano Umbro. Oltre ai numerosi volontari e al presidente Matteo Sciarrini, erano presenti anche il sindaco di Avigliano Umbro Luciano Conti,  il vice-sindaco Roberto Pacifici, il sindaco di Montecastrilli Fabio Angelucci, il sindaco di Amelia Laura Pernazza e l’assessore ai trasporti della Regione Umbria Giuseppe Chianella, insieme ad alcuni volontari della Protezione Civile e al Maresciallo dei Carabinieri di Montecastrilli, Ismaele Marchetti.

Il parroco di Avigliano Dopo aver ringraziato le autorità presenti, il parroco di Avigliano Don Piero Grassi ha voluto sottolineare con estrema importanza quanto la Croce Rossa Italiana rappresenti un pilastro fondamentale della comunità, per l’aiuto e il sostegno che danno ai più bisognosi, per i sacrifici che i volontari compiono ogni giorno con l’intento di aiutare il prossimo. In particolare, le parole del parroco si sono soffermate sul fatto che, soprattutto ad Avigliano, vi siano moltissimi volontari giovani, e questo dimostra come i valori della carità, della solidarietà e dell’amore non si sono del tutto persi, ma continuano ad esistere anche e soprattutto nelle persone più giovani.

L’omelia di Don Piero Grassi  Inoltre, Don Piero ha evidenziato quanto la presenza di persone più adulte, magari in pensione, sia una sorta di “riscatto”, un modo per impiegare il tempo con qualcosa di importante, che possa far sentire utile quella gente che spesso, una volta smesso di lavorare, si chiede “ed ora cosa farò della mia vita?”. Quindi, continuare ad offrire la propria esperienza, le proprie qualità, è un modo per sottolineare che la vita non si conclude con lo smettere di lavorare, ma può proseguire nel segno dell’affetto e del prendersi cura degli altri, magari proprio scegliendo il percorso del volontariato.Alla fine della liturgia, il parroco ha rinnovato i ringraziamenti alle autorità presenti, ai volontari e al presidente Matteo Sciarrini, per poi concludere ricordando alla comunità i vari appuntamenti liturgici.

Il pranzo Successivamente, i volontari sono andati a pranzo in un ristorante della zona, con numerosi ospiti che hanno omaggiato il lavoro dell’associazione. Presente il presidente regionale della Cri Paolo Scura, il responsabile della Centrale Operativa 118 dell’Umbria, dottor Francesco Borgognoni, il Comandante dei Carabinieri di Montecastrilli, il Comandante della Polizia Stradale di Terni, i Sindaci di Avigliano, Amelia e Montecastrilli, oltre a rappresentanti dell’Avis, dell’associazione ‘Avigliano Variopinto’, della S.F.A.U.,della D.R.A.S.T., della C.R.I. di Amatrice e della C.R.I. di Deruta

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *