Il consiglio Comunale dello scorso 29 marzo: novità importanti soprattutto dal bilancio

AVIGLIANO UMBRO – 1 aprile 2019 – Il consiglio Comunale dello scorso 29 marzo 2019, alcuni interventi.

Emerge in primis, un’importante novità, ovvero l’approvazione del bilancio di previsione. Ecco la nota sulla pagina facebook dell’Amministrazione Comunale: “Una cittadinanza correttamente informata è un investimento per il futuro.

La relazione dell’assessore Gentili: “Il bilancio di previsione che proponiamo oggi segue le linee guida di quello degli ultimi anni mantenendo, quindi, un’attenzione forte e costante sul sociale, sulla cultura, sulla promozione del territorio, sulla manutenzione ordinaria e straordinaria del nostro Patrimonio e confermando servizi di qualità per la nostra Comunità.”

Nell’ambito del sociale continuiamo ad investire considerevoli risorse:
nel bilancio 2019 riproponiamo e finanziamo l’importante sostegno alle fasce più deboli riguardo il pagamento della Tari per aiutare quei cittadini del comune di Avigliano Umbro che versano in condizioni di disagio sociale ed economico;
sono state finanziate nuovamente anche le tessere speciali a tariffa agevolata per il trasporto pubblico locale;
vengono riproposti in bilancio fondi per il finanziamento dei contributi legati alle borse socio-assistenziali;
rimangono, tra l’altro, invariate le tariffe dei servizi a domanda individuale: il buono pasto della scuola secondaria di primo grado, la mensa della scuola dell’infanzia, le tariffe del trasporto scolastico;
inoltre, importanti risorse sono previste per la gestione dei servizi socio assistenziali in forma associata tramite l’ambito sociale n. 11.
In un periodo di crisi per i Comuni, dunque questa Amministrazione continua anche nel 2019 con delle scelte importanti e coraggiose che dimostrano una forte attenzione verso le fasce più deboli.

Sul piano della cultura:
abbiamo incrementato le risorse destinate alla “Festa della Musica”, già aumentate l’anno scorso. Manifestazione in cui crediamo fortemente e che vogliamo ancor di più incentivare, considerata l’ottima riuscita e il livello di qualità raggiunto nelle ultime edizioni;
continuiamo poi a finanziare anche i progetti “Classinscena”e “Nati per leggere”.

Nell’ambito della promozione e salvaguardia del territorio, nostro patrimonio: come già dal bilancio del 2018, abbiamo raddoppiato le risorse a disposizione per la gestione del sito della Foresta Fossile;
inoltre, nell’ottica della valorizzazione dei prodotti locali la nostra Amministrazione ha aderito al partenariato della “Maratona dell’Olio”, in cui quest’anno proprio Avigliano è il Comune capofila della manifestazione.

Per quel che riguarda la gestione ordinaria e straordinaria: sono previsti capitoli relativi alle spese di varie manutenzioni ordinarie e straordinarie delle strade, della pubblica illuminazione, dei mezzi comunali e del patrimonio comunale;
abbiamo stanziato risorse per la disinfestazione del nostro territorio;
aumentati i fondi per la manutenzione del verde;
inoltre, sono state stanziate risorse anche per la gestione degli autisti degli scuolabus.

Per quel che concerne le opere pubbliche nel 2019 sono previsti:
un ampliamento del cimitero di Santa Restituta;
la messa in sicurezza di alcune strade comunali con dei fondi messi a disposizione dal Ministero degli Interni;
l’ampliamento della biblioteca;
inoltre, qualche giorno fa abbiamo partecipato ad un bando regionale relativo alla “Manutenzione straordinaria di strade comunali” per ottenere i fondi per sistemare e asfaltare la strada della Petrara.
Confermiano importanti risorse destinate al sostegno delle Associazioni e della Protezione Civile.
Riproponiamo con convinzione l’iniziativa di donare un kit per ogni nuovo nato nel nostro Comune, già inserita dalla nostra Amministrazione gli scorsi anni.
Rimangono invariate le aliquote relative a Tasi, Imu e addizionale Irpef, poiché purtroppo ad oggi per garantire i servizi e per assicurare gli equilibri di bilancio, non sussistono le condizioni per apportare diminuzioni di suddette aliquote. Questa Amministrazione continuerà comunque a lavorare su eventuali diminuzioni e agevolazioni soprattutto per le fasce più deboli, qualora le condizioni economiche lo permettano.
Riguardo alla Tari le tariffe da applicare ai contribuenti, scaturiscono dal piano finanziario dei rifiuti che è stato approvato dall’Auri e che varia ogni anno dipendentemente dalle effettive quantità e qualità di rifiuti smaltiti.

In conclusione, abbiamo proposto e approvato un bilancio equilibrato e completo, che pone importanti obiettivi per la nostra Comunità, scegliendo di investire sia nelle infrastrutture e servizi ma soprattutto nelle persone”.

Le precisazioni del vice sindaco Pacifici In sede di discussione il v.sindaco Roberto Pacifici ha voluto marcare l’importanza relativa all’impegno economico dell’Amministrazione verso il sociale dettagliando le spese sostenute nel 2018:

– concessione di contributi per agevolazione al pagamento della TARI n. 179  benefmiciari per un importo di € 3613,50.

– rilascio tessere speciali a tariffa agevolata beneficiari n. 8 € 2079,50

– concessione pacco di benvenuto per i nuovi nati n. 19  € 760

– Spese impegnate per i servizi socio-assistenziali in gestione associata Zona sociale n. 11 € 52.000

– compartecipazione al 50% spese mezzo di trasporto pet disabili unitamente al Comune di Montecadtrilli € 4213

– contributo alla Soc. Operaia Patria  e Lavoro per la gestione dei pulmini € 3.333.

Marcando ancor di più le scelte politiche dell’Amministrazione dove in un periodo di crisi rimane attenta alle esigenze delle persone appartenenti alle fasce più deboli”.

Da segnalare che ci sono stati anche gli interventi del sindaco Luciano Conti, e dei consiglieri Cricchi, Longhi, Mecarelli e di Morelli per la minoranza.

Gli altri temi all’ordine del giorno Punto 8 con la relazione del vice sindaco Roberto Pacifici: ” In considerazione della presenza anche sul nostro territorio del gioco d’azzardo e che questo puoò dar luogo a fenomeni di dipendenza con conseguente possibilità di disagio personale con ripercussioni a livello sociale. Considerato inoltre che l’amministrazione comunale può adottare provvedimenti a tutela della salute del benessere individuale e collettivo della popolazione e vista  la legge regionale del 21.11.14 n. 21 recante norme per la prevenzione e contrasto alla dipendenza dal gioco in cui i comuni devono essere parte attiva alla realizzazione di queste finalità attraverso iniziative, come una diversa disciplina dell’orario di esercizio (art. 6 bis) della citata l.r. che si indica nella fascia oraria massima 10:00/23:00 con conseguente intensificazione dell’azione di controllo dell’ordinanza. Oppure attraverso iniziative pubbliche con l’obiettivo di sensibilizzare i cittadini sull’argomento delle dipendenze. L’obiettivo della legge infatti credo sia proprio questi, sensibilizzare e porre in essere iniziative al fine di scoraggiare il gioco d’azzardo.
Insieme all’Anci Umbria la Giunta Regionale disciplinerà’ le diverse iniziative volte alla conoscenza dei rischi connessi al gioco d’azzardo patologico.
È di questi giorni, dopo un convegno sull’argomento, organizzato a Villa Umbra l’invio presso i Comuni di un regolamento per l’esercizio del gioco lecito che l’amministrazione valuterà e adotterà’ in uno dei prossimi Consigli Comunali in sostituzione di quello già in essere perché piu’ completo e si spera condiviso da tutti i Comuni.
Importante la discussione sulla delibera di indirizzo proposta dall’assessore evidenziando anche le diverse forme di dipendenza presenti oltre a quella del gioco d’azzardo.
La proposta è stata approvata

Punto 9 È  stata declassificata la strada vicinale presente in mappa che va  sino alla Fortezza di Dunarobba. La strada di fatto, ricadente su un’unica proprietà, da tempo non è  più ne utilizzata ne delimitata.

Punto 10 Questa di fatto è il perfezionamento di una delibera del Consiglio precedente. Nella stessa infatti non viene citata la parola “sdemanializzazione” necessaria per procedere al perfezionamento presso il notaio.

Punto 11 Adesione al coordinamento delle protezioni civili “Centro Umbria” con approvazione dello statuto e regolamento.
Questo permetterà in caso di necessità di essere coordinati da una sola organizzazione con la possibilità di poter usufruire dei mezzi in dotazione al coordinammento, mezzi di cui la nostra protezione civile è  sprovvista.

Punti 12 e 13 Punti tecnici di adesione a Terni reti per la gestione della rete gas

Prossimamente In un articolo  che uscirà nei prossimi giorni approfondiremo il tema della Tari e altri aspetti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *