Il territorio di Avigliano Umbro alla Borsa del Turismo di Trento La Cooperativa Surgente propone le sue idee alla Borsa del Turismo di Trento, esportando anche la bellezza e le primizie del territorio aviglianese

175

TRENTO – 4 dicembre 2019 – È la prima volta che accade ed a farlo è la Cooperativa di Comunità Surgente che, con un team formato da giovani professionisti, lavora 365 giorni all’anno per promuovere il rilancio culturale ed economico del proprio territorio. Attorno al sito della Foresta Fossile infatti, Surgente ha disegnato un’idea di paesaggio innovativa, che coniuga l’arte alla scienza e l’umanistica alla tecnica. Un progetto innovativo che ha attirato l’interesse di alcune Università italiane e Istituti d’oltre confine come il SEI, un’organizzazione internazionale appartenente all’Università di York, con la quale Surgente ha intrapreso un percorso di sviluppo davvero importante.

Al BITAC, la Borsa Italiana del Turismo Associativo e Cooperativo di Trento, la Cooperativa di Avigliano Umbro, presenterà anche alcune strutture ricettive e attività commerciali presenti sul territorio che collaborano già da tempo al progetto di Surgente, oltre ai propri prodotti, come l’Albergo Diffuso, il Museo Open e Acquamadre/Non Festival. Ci sarà spazio anche per “l’ultimo nato”, il Sequoia Emporium di Dunarobba, un piccolo spaccio alimentare con cui Surgente proporrà ai turisti e visitatori che arriveranno, alcuni prodotti di nicchia debitamente selezionati; eccellenze della cultura enogastronomica che caratterizzano la qualità e la diversità alimentare della nostra regione.

La Borsa Italiana del Turismo di Trento, è un appuntamento particolarmente importante per chi intende sviluppare e promuovere un cosiddetto Turismo Sostenibile: una grande e ghiotta occasione con cui proporsi ai numerosissimi buyers che si sono dati appuntamento il 4 e 5 dicembre a Castello del Buonconsiglio. Storia, cultura, paesaggio e gastronomia: due giorni a contatto con agenzie e tour operators, tra i più importanti del nostro Paese, per proporre Avigliano Umbro e le bellezze che lo contraddistinguono. Un importante appuntamento di fine anno insomma, per iniziare bene quello nuovo; sotto il segno di un grande auspicio con cui rilanciare il paesaggio, la cultura ma soprattutto l’economia del proprio territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *