La Foresta Fossile si è fatta ‘bella’ per le telecamere del Tg1

AVIGLIANO UMBRO – 19 aprile 2019 Sabato mattina alle ore 8.15, protagonista della rubrica “Persone” condotta dal giornalista Angelo Angelastro, trasmissione collocata all’interno del TG1 della RAI, sarà la Foresta Fossile di Dunarobba. Il geosito, che negli ultimi mesi è stato sottoposto ad alcuni importanti e necessari interventi di restyling, sta vivendo un grande momento di rinnovato interesse, tale da richiamare ad Avigliano Umbro l’attenzione della principale televisione italiana.

Coloro che hanno parlato Ad essere intervistati, la Dottoressa Elena Roscini, archeologa in rappresentanza della Soprintendenza dell’Umbria, e Massimo Manini, regista di teatro e cinema, nonché Presidente della Cooperativa di Comunità Surgente, che dal 1 luglio 2018, gestisce, con un progetto innovativo ed interdisciplinare, uno dei più importanti ed esclusivi siti paleontologici al mondo.

Arrivano gli studenti a Dunarobba La Foresta Fossile, che con la nuova gestione ideata da Surgente si trova al centro di un grande rilancio culturale ed economico senza precedenti, ha visto crescere, giorno dopo giorno, il numero dei singoli visitatori, quello dei gruppi organizzati, ma soprattutto quello sempre più crescente delle scolaresche: di ogni ordine e grado.Notizia degli ultimi giorni infatti, una importante prenotazione per la prossima stagione, da parte di una grossa comitiva di studenti e professori provenienti dall’università americana del Masachusettes (USA).

I progetti futuri Il rinnovamento attuato da Surgente e le ampie proposte dei laboratori didattici che spaziano dall’archeologia alle scienze naturali, fino ai laboratori teatrali e documentaristici, nonché un grandissimo lavoro di comunicazione e pubbliche relazioni attivati in questi mesi, ha dato una nuova luce ed una nuova veste ad uno straordinario geosito, che purtroppo negli ultimi anni era andato sfiorito. La visione ad ampio raggio della Cooperativa di Comunità Surgente, ha trasformato invece un sito che rischiava di essere abbandonato, in una grande opportunità di rilancio per tutti: per il territorio e la regione. In un periodo storico in cui il tema del rispetto dell’ambiente è prepotentemente tornato al centro di un antico dibattito mondiale, l’attenzione che Surgente ha richiamato per la Foresta Fossile, è un obiettivo educativo e di sensibilizzazione delle persone, davvero straordinario: e non solo per la verde Umbria. Col progetto lanciato da Surgente, la Foresta Fossile torna all’attenzione del mondo, scientifico e no. Un monito per tutti e ad ogni livello, che avvicina la scienza all’arte, il pensiero allo spirito e che racchiude in se un processo didattico e propedeutico dalla lungimirante visione teatrale che avvicina gli uomini ai luoghi dell’anima, nella speranza che questi sappiano ravvedersi non solo per il presente, ma soprattutto per il futuro delle nuove generazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *