Provincia di Terni

Sarà presentato il ‘Concerto angelico per il ballo dell’incoronazione’ Iniziativa patrocinata dal Comune di Narni

717

Sarà presentato domani (venerdì 24 marzo 2017) a Palazzo Eroli alle 17 e 30 il nuovo allestimento audio-espositivo della Pala del Ghirlandaio custodita nella pinacoteca del museo a cura di Francesco Luisi che presenterà “Il concerto angelico per il ballo dell’incoronazione”. “Domenico Ghirlandaio, un quadro, la sua musica” è il titolo del libro di Luisi che illustra le più aggiornate conclusioni interpretative riferite alla pala dell’Incoronazione. Le tesi sono frutto di una ricerca promossa e pubblicata dalla Art Foundation di Narni e sostenuta da Enertoscana, in collaborazione con la Rsi di Lugano e con il patrocinio del Comune di Narni.

Le novità acquisite, secondo l’autore, attestano una peculiare rivalutazione dell’opera sul piano dell’iconografia musicale e dell’iconologia, offrendo nel contempo, attraverso l’analisi comparata della documentazione archivistica rivisitata alla fonte, una serie di precisazioni sulla datazione, sulla committenza e sulla paternità.

L’esuberante elemento iconografico-musicale e la chiara indicazione dell’antifona liturgica Veni electa mea, iscritta sulla frangia del padiglione che sovrasta l’atto dell’Incoronazione, sottendono il richiamo allo sposalizio tra Maria (la Chiesa) e Cristo già superbamente raffigurato nel più antico mosaico dell’abside di Santa Maria in Trastevere. Ghirlandaio, sostiene Luisi, certamente a conoscenza dell’archetipo, esalta la scena attraverso una personale meditazione fondata sulla visione rinascimentale della festa sponsale con suoni, canti e danze. Ne consegue la rappresentazione di un ideale “Concerto angelico per il Ballo dell’Incoronazione” con dovizia di particolari che suggeriscono l’uso di voci in combinazioni diverse, monodiche, ritmiche e in polifonia semplice, accompagnate da strumenti vari: trombe diritte, strumenti a corda, specifici ritmi prodotti da sonagli e cimbali, flauti e tamburelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *