Surgente già al lavoro sulla scia del gemellaggio

AVIGLIANO UMBRO – 12 agosto 2019 – Un grande e inaspettato flusso (ma chiaramente ben accolto!) di turisti francesi si sta registrando in questi giorni alla Foresta Fossile di Dunarobba, grazie anche al grande lavoro di comunicazione effettuato dalla Cooperativa di Comunità Surgente, che sull’onda del gemellaggio appena formalizzato dal Comune di Avigliano Umbro, si è messa al lavoro nei giorni successivi alla “spedizione” in Francia! Il viaggio effettuato nel mese di giugno a Toulon sur Arrouxs, assieme all’Amministrazione Comunale e ad una piccola delegazione di rappresentanza, ha portato la Cooperativa di Comunità Surgente, ad ottenere una grande risposta dalle agenzie dei “cugini d’oltralpe” ma soprattutto da piccoli e medi gruppi di turisti francesi!

Acero grande Anche sul fronte delle richieste di pernottare presso L’ACERO GRANDE, il progetto di Ospitalità Diffusa che insieme alla partecipazione della comunità di Avigliano Umbro, sta cominciando giorno dopo giorno a prendere piede! Nonostante il ritardo con cui ci si è affacciati al grande mercato del turismo nazionale ed internazionale, anche questo nuovo progetto di rilancio turistico del territorio aviglianese, sta portando i suoi ottimi e inaspettati risultati e le piccole collaborazioni avviate a vantaggio dei commercianti e dei privati coinvolti, sono un già un chiaro esempio di come l’idea funzioni: compreso il MOFF’art, il Museo Open della Foresta Fossile ideato, che sta muovendo proprio in questi giorni, dopo l’uscita del bellissimo articolo uscito sucityjournal.it/2019/07/viaggi-la-foresta-fossile-il-miracolo-di-dunarobba (sito che annovera 1 milione e mezzo circa di visualizzazioni!), arriva anche l’interesse di operatori esteri (come l’arrivo di un importante Tour Operator dell’Olanda che ci ha raggiunti a Dunarobba!), di giornalisti e riviste del settore nazionali ed esteri.
Acquamadre E poi c’è ACQUAMADRE/Non Festival, quest’anno alla sua prima edizione o sarebbe meglio dire al suo “numero zero” di prova, che in questi giorni è al centro dell’attenzione nazionalewww.teatroecritica.net/2019/08/acqua-madre-il-non-festival-della-foresta-fossile, non solo di tecnici del settore, ma anche di turisti amanti della natura e dei luoghi incontaminati, incuriositi da questo innovativo progetto interdisciplinare di Arti&Scienze, che dal 29 agosto al 1 settembre, si estenderà, dalla mattina alla sera di tutti e 4 i giorni, su tutto il territorio di Avigliano Umbro: da Dunarobba a Toscolano, da Sismano a Santa Restituta, passando e soffermandosi ovviamente anche su Avigliano Umbro!
Idea di paesaggio Insomma: c’è una nuova “idea di paesaggio” che Surgente, assieme all’Amministrazione Comunale, a tutte le Proloco, le Associazioni, i Circoli, la Protezione Civile e le realtà locali come la Parrocchia, che con noi stanno collaborando, sta valorizzando sempre più ogni angolo del territorio, coinvolgendo anche quelle parti del paese geograficamente più isolate, come le bellissime e dislocate frazioni poste sulla montagna, Santa Restituta e Toscolano, alle quali il Non Festival ha riservato ben tre appuntamenti per portare all’attenzione del turismo anche quei luoghi!
‘Non festival ‘D’altronde, la visione “globale” del territorio considerandolo come un tutt’uno e non come tante celle separate, appartiene in modo naturale alla missione cui le Cooperative di Comunità sono da sempre chiamate ad assolvere, per valorizzare i luoghi ma soprattutto le persone che li abitano, come il sottotitolo di ACQUAMADRE allude: un “Non Festival” appunto, perchè i veri “spettacoli” non sono gli eventi programmati, ma le persone, i suoi abitanti e quell’ambiente in cui essi vivono: o meglio ancora, in cui viviamo Noi tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *