Al Liberati una Ternana deludente riacciuffa il pareggio con la Virtus Verona

TERNI – 9 Febbraio 2019 – Allo stadio Libero Liberati si gioca la 25a giornata del campionato di Lega Pro, girone B tra Ternana e Vecamp Verona. Il Verona occupa il penultimo posto in classifica e la Ternana ora naviga a metà classifica dopo le ultime deludenti prestazioni. La squadra di Mister Calori è obbligata a vincere se vuole recuperare il terreno perduto ed agganciare il treno playoff. Modulo speculare per entrambe le formazioni che si schierano con un 3-5-2. Curiosità per il ritorno a Terni di Angelo Raffaele Nolè, giocatore con un lungo trascorso nella Ternana. Presente anche il patron Bandecchi a sostenere la squadra. Al 22′ il Verona si rende ancora pericoloso con una serpentina di Grbac in area. Il tiro dell’attaccante croato finisce tra le braccia di Gagno.

Cronaca del match: Subito Ternana pericolosa in avvio con un’incursione in area di Bifulco che per poco non riesce a colpire di punta all’interno dell’area piccola. Al 10′ Grande azione della ternana con Castiglia che scambia al limite dell’area e cede la palla a Bergamelli. Il difensore rossoverde serve Vantaggiato che effettua una sponda di testa ancora per Castiglia. Tiro di collo pieno da buona posizione respinto da Chironi. Al 17 occasionissima per la Vecomp Verona con un buono spunto di Grbac che salta l’uomo e serve Giorico e serve una bellissima palla per Nolè mettendolo solo davanti al portiere. Il rasoterra di Nolè termina di pochissimo a lato. Al 26′ Verona in vantaggio dopo un’azione viziata da un sospetto fallo su Giraudo. Onescu con un pregevole esterno pesca Grandolfo in area di rigore e con una volè di sinistro infila la palla nell’angolino basso a sinistra di Gagno. Conclusione imparabile per il portiere rossoverde. Al 43′ espulso Castiglia per la Ternana per un fallo a centrocampo di Castiglia. Espulsione forse troppo severa per un intervento a gioco pericoloso più da ammonizione che da espulsione. Al 47′ del primo tempo bella punizione di Vantaggiato che colipsce la parte alta della traversa.

Secondo tempo: Al 46′ Incredibile gol della Virtus Verona. Retropassaggio gestibilissimo di Fazio all’indietro verso Gagno. La palla rimbalza su una zolla e il portiere manca clamorosamente il rinvio. La palla rotola lentamente in porta. Al 56′ La Ternana accorcia le distanze con Pobega che sfrutta al meglio una mischia in area scaturita sugli sviluppi di una rimessa laterale di Giraudo. Al 70′ Rivas spedisce alto dal limite dell’area dopo uan respinta della difesa veneta. All’83’ buona azione della Ternana sulla sinistra con Frediani che serve Pobega. Il tiro del centrocampista termina alto non di molto. Al 90′ grandissimo gol di Pobega. Sugli sviluppi di calcio d’angolo Pobega addomestica il pallone di petto ed effettua una rovesciata imparabile per Gagno.

Tabellino:

Ternana – Vecomp Verona: 2-2

26′ Grandolfo (V); 46′ Fazio (T) Autorete; 56′ Pobega (T); 90′ Pobega (T);

Formazioni

Ternana (3-5-2): Gagno; Fazio (59′ Rivas), Bergamelli, Russo; Defendi, Pobega, Paghera (46′ Altobelli), Castiglia, Giraudo (63′ Frediani); Bifulco (53′ Marilungo), Vantaggiato (53′ Boateng)

(All. Calori)

Vecamp Verona (3-5-2): Chironi; Trainotti, N’Ze Marcus, Sirignano (45′ Rossi); Giorico (87′ Danieli), Manfrin (55′ Lavagnoni), Onescu, Grbac. Casarotto; Grandolfo, Nolè (55′ Danti)

(All. Fresco)

Arbitro: Sig. Meleleo

Ammonizioni

62′ Giraudo (T), 64′ Rossi (V), 75′ Giorico (V); 85′ Chironi (V); 92′ Defendi (T)

Espulsioni

43′ Castiglia (T)

Voti Ternana:

Gagno 4; Fazio 5, Bergamelli 5, Russo 5,5; Defendi 5,5, Pobega 7,5, Paghera 5,5, Castiglia 5, Giraudo 6, Bifulco 4,5, Vantaggiato 5

Subentrati: (Altobelli 5,5, Boateng 5,5, Marilungo 6, Rivas 5, Frediani 6)

All. Calori – 5

Commento

Partita a doppio volto per le Fere che solo nel secondo tempo riescono ad esprimere il loro potenziale, rimontando un doppio svantaggio. Pesano nell’economia del match l’espulsione di Castiglia nel primo tempo e l’ingenuità di Gagno che regala il raddoppio al Verona.

Nel secondo tempo la Ternana reagisce quanto meno dal punto di vista dell’impegno, ma deve ancora crescere dal punto di vista del gioco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *