Tagli al trasporto pubblico locale, le reazioni degli utenti

AVIGLIANO UMBRO – 5 luglio 2019 -Fine corsa. Non è una frase retorica, o di facciata, in quanto riguarda molte linee di bus extraurbane che verranno tagliate dal prossimo 7 luglio 2019, creando enormi disagi agli utenti dei servizi. Una decisione assunta dalla Regione, che nel nostro territorio riguarda molti degli autobus attualmente in servizio.

Il capogruppo di’Aria Nuova’ Daniele Marcelli (nella foto sotto) ci va giù duro:

Da domenica 7 luglio fino a data da destinarsi, partirà il taglio delle linee autobus su tutta la regione e ad oggi ancora non sappiamo quali saranno le corse soppresse.

Un preavviso di nemmeno 3 giorni è totalmente assurdo e scellerato . Alcuni compaesani ,utenti e abbonati non sanno se da domenica potranno utilizzare il servizio che hanno profumatamente pagato per andare a lavoro, le persone più bisognose ovvero anziani, disabili, ipovedenti non sanno se da Domenica potranno muoversi liberamente ed in quali orari.

In tutta questa situazione sono veramente rammaricato dal silenzio delle istituzioni locali compresi i comuni di Avigliano e Montecastrilli. Questo territorio infatti dalle proiezioni il nostro possesso è il più penalizzato di tutta L’Umbria nonostante la presenza in loco dell’assessore ai trasporti Chianella (che essendo stato sindaco dovrebbe conoscere le problematiche che ci sono) con la soppressione di più del 60% delle corse totali.

Azzerati tutti i collegamenti con Todi, Narni e Amelia , soppresse tutte le corse che passano nelle frazioni di Avigliano Umbr , dimezzato il servizio della linea 18 e pressoché estinta la linea 19 che è quella maggiormente frequentata da operai delle acciaierie, dipendenti dell’ospedale e più in generale occupati nel ternano. Non un solo intervento dei sindaci, non una sola lettera ufficiale a Busitalia e Regione dai nostri comuni.

Sono vicino agli utenti del servizio e sostengo con forza che vadano tutelati. La decisione della regione va rinviata e rivista con una razionalizzazione del servizio che tenga conto realmente delle esigenze dei territori

Giuseppe Chianella (nella foto sotto), assessore ai trasporti della Regione Umbria, a margine  della riunione dello scorso 26 giugno 2019 con i rappresentanti dei Comuni superiori a 10 mila abitanti aveva dichiarato:

Oggi abbiamo avuto un incontro molto importante, nel corso del quale è stato possibile condividere con Province, Comuni e Busitalia, la decisone di avviare, probabilmente a partire da domenica 7 luglio e fino all’11 settembre, una riduzione del trasporto pubblico su gomma. Una riduzione che rappresenta un sacrificio per i cittadini, ma che ci consentirà di mettere in sicurezza il servizio di trasporto pubblico per l’anno in corso, e poter guardare con maggior fiducia al prossimo anno, anche al fine di poter svolgere la nuova gara di bacino unico per l’affidamento del servizio”.

   “Devo dare atto – ha proseguito Chianella – ai rappresentanti delle Province e dei Comuni del fatto che, pur con riserve, hanno comunque aderito al piano di ridimensionamento. Nel corso dell’incontro ho voluto ribadire le difficoltà che l’amministrazione regionale si trova a fronteggiare anche a causa dell’interruzione anticipata della legislatura, ma ho anche assicurato tutto l’impegno della Giunta regionale a garantire quelle risorse possibili – in sede di assestamento di bilancio – affinché venga tutelato nel suo insieme il diritto alla mobilità dei cittadini. Inoltre, in sede di redazione del bilancio di previsione, chiederò alla Giunta regionale di prevedere ulteriori importanti risorse per il 2020”.

  “Dobbiamo utilizzare la riduzione delle corse nei mesi di luglio, agosto e fino all’inizio del nuovo anno scolastico – ha aggiunto l’assessore –  per consentire un recupero di risorse utile a poter affrontare nel miglior modo possibile le successive scadenze. Nel frattempo ho dato ampia disponibilità a lavorare sin dai prossimi giorni con Province, Comuni e la stessa ANCI Umbria, per definire e condividere le future azioni di contenimento dei costi, realizzare la istituzione dell’Agenzia regionale per la mobilità e, infine, creare le condizioni per definire la nuova gara. Si tratta di un insieme di azioni – ha concluso Chianella – che, grazie alle economie che da queste deriveranno,  ci aiuteranno a superare un momento critico e rimettere in equilibrio il sistema TPL”. (fonte – articolo https://tuttoggi.info/tagli-al-trasporto-pubblico-in-umbria-bus-ridotti/522459/)

Anche agli autisti dei bus locali sono stati tolte diverse corse: gli operatori si organizzeranno con le ferie estive.

Ma cosa ne pensano gli utenti??

Ecco il pensiero di Elena Burchi, che lavora all’ospedale ‘Santa Maria’ di Terni e prende tutti i giorni il bus: “E’ inaccettabile quanto sta accadendo. C’è gente che al giorno d’oggi non ha la macchina oppure non ha patente, e per questo deve rinunciare al posto di lavoro? A mio parere il servizio dei bus deve essere garantito”.

In apprensione anche la giovane aviglianese Marika Bassetti:Non ho la patente, sono impiegata come commessa in un bar a Terni: il mio contratto è un tirocinio retribuito proprio dalla Regione. Sono precaria senza un posto fisso, tagliare la linea bus verso Terni non mi permettere più di essere presente al lavoro. Poi dicono che i giovani non hanno voglia di lavorare…..è un disastro in generale!”

Protesta l’Anci Sul piede di guerra i rappresentanti dell’associazione dei piccoli Comuni, l’Anci che chiedono alla Regione ‘di modificare quanto prima la delibera relativa sui tagli ai trasporti”

I nuovi orari Sul sito web di busitalia nella giornata di oggi sono stati comunicati i nuovi orari delle corse, che entreranno in vigore a partire da domenica 7 luglio.

Eccoli in dettaglio. http://www.fsbusitalia.it/content/dam/fsbusitalia/documenti/umbria/orari/orari-7-luglio-2019/servizi-extraurbani/03_Extra_Terni_Ann_Bacino3.pdf

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *